Inaugurata a Villaggio XXV Aprile la prima Little Free Library [FOTO E VIDEO]

Giardini di via Lago Trasimeno, dove la “casetta” è stata istallata, si sono andati riempiendo anche di abitanti curiosi, richiamati da tanto movimento

Inaugurata a Villaggio XXV Aprile la prima Little Free Library

Inaugurata a Villaggio XXV Aprile la prima Little Free Library

BASTIA UMBRIA – Mattinata di festa nel quartiere XXV Aprile di Bastia Umbra. E’ stata inaugurata la Little Free Library, tra i primi esempi in Umbria. La piccola biblioteca libera è stata realizzata dal Comitato XXV Aprile, associazione composta da residenti del quartiere, giovani mamme e papà di buona volontà, che opera all’interno dello stesso e che si occupa di iniziative sociali e di collaborazione con le scuole del territorio. La manifestazione di oggi è stata rallegrata dai bambini della scuola primaria di XXV Aprile, che festanti sono arrivati ai giardini carichi di cartelloni colorati e tanto entusiasmo.

I giardini di via Lago Trasimeno, dove la “casetta” è stata istallata, si sono andati riempiendo anche di abitanti curiosi, richiamati da tanto movimento.

Alla presenza di Claudia Lucia, assessore alla Cultura e alle Politiche scolastiche, e Catia Degli Esposti assessore ai Lavori pubblici, del Comune di Bastia Umbra si è svolta la breve manifestazione. Dopo aver riassunto il percorso intrapreso dal Comitato, dal momento della felice intuizione di uno dei componenti, Giovanni Rossi, fino ad oggi giorno dell’inaugurazione, il portavoce ha lasciato la parola all’assessore Lucia che ha donato personalmente un libro per bambini da riporre nella biblioteca, che si è andato ad aggiungere a quelli che anche altri intervenuti hanno gentilmente donato.

Sono state ricordate le semplici regole su come funziona la Little Free Library: “Porto un libro- prendo un libro”. Tutto liberamente. Poi il Comitato, ha affidato la cura della “casetta”, ai bambini ai quali è stato proposto un giuramento solenne, e tutti lo hanno recitato con gioia, diventando così dei piccoli bibliotecari di quartiere. Dopo il taglio del nastro da parte del presidente del Comitato, sig. Graziano Filippetti, e degli assessori intervenuti, un piccolo momento di letture per i bambini a cura della Biblioteca Comunale A.

La Volpe e della lettrice volontaria Nati per Leggere, Marida Cesarini. A concludere la festa e renderla più gradevole, il Comitato ha preparato pane e nutella per tutti. C’è molta soddisfazione da parte del Comitato che è stato si promotore dell’evento, ma pienamente riuscito grazie alla collaborazione di più componenti. Per questo i nostri più sinceri ringraziamenti vanno all’Amministrazione che ci ha supportato e assecondato nelle nostre richieste, e in particolar modo agli assessori intervenuti.

Un grazie alla Biblioteca Comunale, e alla signora Marida Cesarini che hanno partecipato allietando ed intrattenendo i bambini con le loro letture; e grazie soprattutto alle insegnanti della scuola primaria XXV Aprile sempre disponibili a partecipare alle iniziative con enorme entusiasmo.

«Per onorare il ricordo del padre Italo Lucia, nel decennale della scomparsa, proprio il 14 ottobre, ho affidato una copia del romanzo di Dino Buzzati, Il segreto del Bosco vecchio, alla Little Free Library. Questo romanzo venne scritto nel 1935 dal bellunese Buzzati non pensando ad un pubblico di bambini, ma il genere fantasy e la delicatezza e semplicità del linguaggio, lo hanno reso adatto ai giovanissimi. Tratta di un bosco quasi sacro e mitologico, incontaminato, abitato da geni, custodi degli alberi, titolari della capacità di trasformarsi in animali o uomini. Il Segreto del Bosco vecchio affonda le radici nell’infanzia dello scrittore ed in quella dell’umanità stessa. In quel rapporto equilibrato rispettoso, antico e forse mitologico, fra uomo e natura, che fu primario insegnamento di mio padre». Lo ha detto l’assessore alla cultura, Claudia Lucia, donando il suo libro.

Un libro alla volta…a Bastia Umbra la prima Little Free Library

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*