Premio Insula Romana 2016, 300 persone all’Umbriafiere di Bastia Umbra VIDEO

Assegnati i premi delle diverse sezioni, premiato anche padre Enzo Fortunato

Premio Insula Romana 2016, 300 persone all'Umbriafiere di Bastia Umbra
Premio Insula Romana

Premio Insula Romana 2016, 300 persone all’Umbriafiere di Bastia Umbra BASTIA UMBRA – Circa 300 persone hanno preso parte, domenica 27 novembre 2016, alla XXXIX edizione del Premio letterario “Insula Romana”. L’iniziativa, organizzata dalla Pro Loco di Bastia Umbra – con il patrocinio del Comune – si è tenuta nella sala congressi del centro fieristico  regionale “Umbriafiere”.

Sei le sezioni: Premio “Roberto Quacquarini” arte e pittura, Percorso “Narrativa edita”, Premio “Poesia inedita nazionale”, Premio alla “Cultura”, Premio “Giuseppe Pascucci” e il Premio di fotografia “Il viaggio”.

Il Premio Quacquarini (13esima edizione) è stato vinto da: Patrizia Befera di Fabriano, al secondo posto, Dario Leopardi di Bologna e al terzo Bruno Nardi di Firenze. “Roberto Quacquarini – ricorda il presidente della Pro Loco, Raniero Stangoni – quando dipingeva, negli anni Settanta, a cavalletto, dietro di lui aveva sempre una piccola folla di giovani. E’ stato Roberto a portare nella Pro Bastia nuove iniziative e proposte”.  Il coordinatore della sezione è stato il pittore Marco Giacchetti.

La sezione “Percorso narrativa edita” – organizzata in collaborazione con l’Istituto Comprensivo “Bastia 1” diretto dalla professoressa, Stefania Finauro, presenta un “percorso di lettura” di un testo “scelto dalla scuola – dice Stangoni – dove gli studenti della media incontreranno, durante i loro gruppi di lavoro, l’autore del testo scelto”. Quest’anno hanno partecipato 120 libri, tutti forniti dalla Pro Loco.

E tra i tanti volumi l’attenzione si è concentrata su “Una valle piena di stelle” di Lia Levi (edizioni “Mondadori”).  “A fine percorso di lettura, – dice Daniela Brunelli (responsabile della sezione) -, ci sarà l’incontro con l’autrice. La data – aggiunge – ce la comunicherà la stessa Lia Levi dopo gennaio. Non sarà, in ogni caso, prima del mese di maggio”. Brunelli spiega che il libro ha suscitato particolare interesse in quanto racconta la storia di una ragazzina che fugge al tempo delle deportazioni degli ebrei.

Il Premio “Poesia inedita Nazionale”, è stato vinto da Franco Fiorini di Veroli con la lirica “Oltre l’ultimo confine” (322 voti). Il primo premio consisteva in un assegno di 800 euro. 2° classificato (voti 293) – Ludovica Mazzuccato di Rovigo – “Viaggio in treno”, 3° classificato (voti 236) – Giuseppe Tirotto di Sassari – “Isola è tornare”, 4° classificato (voti 208) – Massimo Parolini di Trento – “Cuore celeste” e 5° classificato (voti 186) – Daniela Brunelli di Bastia Umbra – “Viaggio”.

Il Premio alla cultura di quest’anno è andato a Padre Enzo Fortunato, giornalista, scrittore e conduttore televisivo. Il testo del riconoscimento della targa d’argento a Padre Enzo Fortunato recita così: “…per le sue capacità di comunicatore, per quello che è riuscito a costruire come relazioni internazionali e per come ha saputo mettere il mondo dei media mondiali al servizio della Parola di Francesco di Assisi…”. Al religioso anche un crocifisso in argento, su sfondo nero.

“Vorrei lanciare una sfida  – ha detto Enzo Fortunato -, in questi giorni si fa un gran parlare ad Assisi, abbiamo fatto parlare Assisi, io credo ci sia una differenza tra far parlare di qualche cosa e parlare di Assisi. Io credo che la Città meriti questo, la cultura che Assisi ha nel suo dna, è una cultura di grande dialogo, una cultura di grande reciprocità, e una cultura che accoglie e vive le differenze. Faccio – ha detto – l’esempio della edificazione della grande Basilica in onore di San Francesco, pensate il contesto storico, Assisi era in guerra con Perugia, la stessa Città era divisa in due parti. Questo a dirci che c’è una grande conflittualità, la Basilica mette insieme tutta una serie di realtà. Voi pensate Giotto, Cimabue, Simone Martini, Lorenzetti, i maestri delle vetrate… e la Basilica che porta il dialogo tra diverse culture, tra diverse realtà, e credo che la cultura abbia questo compito, mettere insieme diverse sfaccettature. Non so se ci riesco, ma ci provo”.

Il Premio “Giuseppe Pascucci” al merito scolastico è andato a: Dorina Zagan, Valentina Carloni, Sara Formica, Luiza Nikolla, Noemi Mariani, del liceo Classico “Properzio” di Assisi, Eleonora Ciotti dell’Istituto Alberghiero, Michelle Moretti e Andrea Cricco, dell’Istituto tecnico per Ragionieri 2R.Bonghi”. Quattro gli studenti premiati provenienti dal Liceo Scientifico: Giada Vetturini, Fabio Serpico, Chiara Belloni e Chiara Girolamini.


Umbria Journal TVIl Tg a portata di click

Ultima sezione il Premio di fotografia con tema “Il Viaggio”. Al primo posto, con un assegno di 300 euro, Maurizio Leoni, con la foto dal titolo: “L’infinito”, al secondo posto Rita Peccia con “Il viaggio” e al terzo posto Edo Cinfrignini con la foto “La bottiglia dell’ubriaco”.

Alla serata conclusiva, magistralmente condotta da Cristiana Costantini, sono intervenuti il sindaco di Bastia Umbra, Stefano Ansideri e l’assessore alla cultura, Claudia Lucia.

Il Sindaco Stefano Ansideri dopo aver salutato i presenti e dopo aver ringraziato chi ha collaborato alla realizzazione della XXXIX edizione del Premio letterario “Insula Romana” ha detto che quest’evento “porta Bastia anche fuori dai nostri confini regionali”.

L’assessore alla cultura Claudia Lucia ha dichiarato: “La Pro Loco  rappresenta in tutte le città, ma in particolare nella comunità di Bastia Umbra un punto di riferimento per le attività socio culturali che si possono fare anche in collaborazione con il comune”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*