Covid e crisi, Ricci, che i governi adottino strategie di contrasto

 
Chiama o scrivi in redazione


Covid e crisi, Ricci, che i governi adottino strategie di contrasto
Moreno Ricci

Covid e crisi, Ricci, che i governi adottino strategie di contrasto

di Moreno Ricci
Cari concittadini,
vorrei in questi difficili giorni in cui la nostra città insieme al Paese intero sta sperimentando i drammatici effetti della diffusione pandemica, manifestare una serie di riflessioni; da cittadino in primis, ma anche da imprenditore e presidente dell’associazione Impresa e Sviluppo per Bastia. I dati che quotidianamente ci vengono trasmessi sulla diffusione del Covid-19 restituiscono da soli l’immane gravità della situazione. Pertanto mi unisco in prima battuta al monito di restare a casa, che in questo momento non è mai pleonastico.

È semmai un comportamento socialmente necessario che va ribadito quanto più possibile perché fondamentale ai fini di tutelare la nostra salute, quella dei nostri cari e dei nostri concittadini e cruciale nel dare un contributo effettivo a chi lotta in prima linea per contrastare l’epidemia.

Lo spirito di collaborazione, il senso civico e la responsabilità di ciascuno di noi in questo momento possono e devono fare la differenza. La priorità ora è quella di seguire pedissequamente tutte le disposizioni governative e le misure igienico-sanitarie che ci vengono imposte. Misure che inevitabilmente hanno ed avranno un impatto crescente sull’economia.

Le conseguenze che questo tremendo virus ha sugli esseri umani sono tristemente evidenti, ma cosa succederà quando questo infetterà ancor più incisivamente la salute economico-finanziaria?

Il ricordo della crisi del 2008 è tutt’oggi vivo, gli strascichi purtroppo ancora attuali. Eppure, gli scenari che gli economisti stanno preannunciando in questi giorni a causa della pandemia sembrano, se possibile, ancora peggiori. Saranno molti gli imprenditori e i commercianti che dopo questa lunga quarantena stenteranno a riaprire le proprie attività.

Il mio auspicio è che i nostri governi centrali e locali adottino politiche economiche in grado di contrastare efficacemente quest’imprevista situazione congiunturale.

Del resto, non servono le simulazioni econometriche o le stime pessimistiche degli addetti ai lavori per comprendere le devastanti implicazioni economiche e sociali che deriveranno da questa pandemia. E dunque, confidando nell’adozione di misure tempestive ed efficaci del Governo, è soprattutto alla nostra giunta che voglio rivolgere l’invito a scendere in campo al fianco dei commercianti e degli imprenditori di Bastia, che mai come in questo momento necessitano di soluzioni concrete, azioni tangibili e scelte coraggiose.

A poco servono le piccole proroghe sulle tassazioni locali, c’è bisogno sin da ora di un sostegno significativo all’ossatura economica della nostra città perché quando questo dilagante contagio si arresterà, quanto prima si spera, non basterà una ripartenza stentata ma un deciso rilancio dell’economia per evitare ricadute sociali e progettare al meglio la fase di ricostruzione con scelte condivise .

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*