E…state a Bastia, Tarantarci Perugia, grande ritorno degli Athanasius Duo

E…state a Bastia, Tarantarci Perugia, grande ritorno degli Athanasius Duo

E…state a Bastia, Tarantarci Perugia, grande ritorno degli Athanasius Duo

In programma per Domenica 21 Luglio ore (21.00) nell’ambito della programmazione estiva di “E…state a Bastia”,  in Piazza Mazzini si terrà  il concerto di Musiche e Canti dal Sud Italia, a cura dell’Associazione culturale “Tarantarci Perugia”: grande ritorno degli Athanasius Duo, gruppo nato a Perugia, che per anni ha fatto danzare le piazze umbre e del centro Italia; il duo ha tenuto concerti in svariate manifestazioni, anche di rilievo, su tutto il territorio nazionale.

Un viaggio ricco di sorprese attraverso i ritmi e le sonorità della Puglia, Lucania, Campania, Calabria: pizziche, tarantelle, valzer ma anche canti d’amore e di lavoro; un evento unico ed imperdibile. Pierluigi Serrapede (voce, chitarra battente, tamburi a cornice) e Gianfranco Rongo (voce, organetti, tamburo) accompagnati dalle danzatrici Giuliana Manzi e Daniela Gallo impiegheranno tutta la loro creatività, improvvisazione e espressione personale per coinvolgere il pubblico in un vero e proprio viaggio sonoro alla scoperta di arte e tradizione delle regioni del Sud Italia.

Il duo propone brani tradizionali delle rispettive terre di origine (Puglia centrale e Campania meridionale), presentando musiche frutto delle proprie ricerche, in particolare per quel che concerne la tradizione organettistica della Puglia centrale, la tradizione della chitarra battente nel Gargano e nel Vallo di Diano e la tradizione della zampogna lucana. Il repertorio spazia dalla pizzica-pizzica alle tammurriate dell’ Agro Nocerino-Sarnese, passando per tarantelle dell’area garganica e pastorali della Lucania, con un occhio ad altre musiche tipiche come mazurche, scottish, valzer e stornelli.

Gianfranco Rongo: organetto, tamburi a cornice, cucchiai, voce

Pierluigi Serrapede: voce, chitarra battente, tamburi a cornice, zampogna a chiave.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*