L’Esposizione di Arte e Antiquariato Incanta Assisi e Bastia Umbra

Un percorso espositivo che celebra l'arte dall'antichità ai giorni nostri

L’Esposizione di Arte e Antiquariato Incanta Assisi e Bastia Umbra

L’Esposizione di Arte – Il 20 aprile ha segnato l’apertura ufficiale dell’edizione 2024 dell’Assisi Mostra Arte Antiquariato Bastia Umbra (AMAB), un evento annuale che quest’anno si estenderà fino al 28 aprile. La mostra è ospitata simultaneamente nei padiglioni 8 e 9 di Umbria Fiere e nel Palazzo del Monte Frumentario ad Assisi, offrendo un’ampia panoramica sull’arte e l’antiquariato.

La cerimonia di inaugurazione ha avuto luogo la sera del 19 aprile a Umbria Fiere e si è ripetuta la mattina seguente ad Assisi. L’evento ha visto la partecipazione di numerose personalità istituzionali tra cui la Sindaca di Bastia Umbra, Paola Lungarotti, la Sindaca di Assisi, Stefania Proietti, il Vice Sindaco di Assisi, Valter Stoppini, e altre figure chiave come il Presidente di Umbria Fiere, Stefano Ansideri, e il Presidente AMAB, Andrea Tattini.

Descritta da Emo Antinori Petrini come un “viaggio nell’arte dall’antichità ai nostri giorni”, la mostra di quest’anno presenta una vasta gamma di opere e oggetti che abbracciano diversi periodi storici e stili artistici. Gli oggetti esposti spaziano da dipinti a sculture, tappeti, arazzi e pezzi di arredo, fino a gioielli rari di marchi prestigiosi come Cartier e Bulgari.

Tra i pezzi di spicco a Umbria Fiere figura una scultura in marmo bianco di Carrara datata tra la fine del XIII e l’inizio del XIV secolo, attribuita alla bottega di Arnolfo di Cambio, e un letto in ferro lombardo del 1400 con poggiaschiena reclinabile. Inoltre, è esposto un ritratto del Cristo redentore del pittore olandese Antoon Van Dick e un dipinto di Dante Montanari del 1925, originariamente donato ai frati francescani da Mussolini.

Palazzo del Monte Frumentario offre invece una raffinata collezione di pezzi, tra cui un cofanetto veneto del XIV-XV secolo, e opere contemporanee come le ballerine di Stefania Rosichetti e i dipinti di Raffaele Avellino, nonché le opere iperrealiste di Sandro Bastioli.

I visitatori possono accedere a entrambe le sedi della mostra con un unico biglietto, acquistabile anche online, e fruire di un comodo servizio navetta tra Umbria Fiere e Assisi. Questa esposizione non solo celebra la ricchezza artistica attraverso i secoli ma offre anche un’occasione unica per apprezzare l’arte in due delle località più suggestive dell’Umbria.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*