Bastia Umbra, “In ballo c’è il futuro”, quando la passione vince sulla crisi

 
Chiama o scrivi in redazione


La passione può vincere sulla crisi; la congiuntura negativa che stiamo vivendo può tradursi in opportunità per coloro che inseguendo i sogni si fanno artefici del proprio destino. Questo il messaggio lanciato questa mattina agli studenti delle classi dell’istituto Italo Calvino di Città della Pieve che hanno assistito, ed in parte partecipato, all’evento “In ballo c’è il futuro”. Format della campagna di informazione dedicata ai giovani e al loro futuro professionale, lanciata dalla Provincia di Perugia nel 2013 nell’ambito del progetto Provincia Life, il progetto, innovativo nel suo genere, è costruito intorno alla performance artistica di Francesco Mariottini (ballerino professionista noto al grande pubblico grazie alla trasmissione televisiva “Amici”). “I giovani si devono far protagonisti nella ricerca del lavoro”, ha dichiarato il vicepresidente della Provincia Aviano Rossi “Questo può essere un momento proficuo per chi ha idee nuove, poiché in questa fase le aziende hanno la necessità di reinventarsi al fine di sostenere la concorrenza. Prendete ad esempio Mariottini che, invece di inseguire il solo successo mediatico, si è fatto imprenditore di se stesso”. Con “In ballo c’è il tuo futuro” ci si è rivolti ai giovani allo scopo di educarli per migliorare le prospettive occupazionali e per formare la futura classe imprenditoriale grazie ad un linguaggio leggibile, d’impatto immediato e sicuro. Grazie infatti all’intervento dello stesso Mariottini e con il concorso di diversi alunni del Calvino, è stato allestito al Teatro degli Avvaloranti uno spettacolo composto di danza, musica e voce narrante, intervallato da momenti istituzionali in cui sono state illustrate le opportunità ed i servizi offerti dalla Provincia in materia di politiche del lavoro. Il prossimo appuntamento con il format “In ballo c’è il futuro” sarà a Bastia Umbra il 18 marzo alle ore 11, presso il cinema-teatro Esperia.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*