A Porte Aperte: proseguono le Olimpiadi della Ristorazione a Bastia Umbra


Scrivi in redazione

A Porte Aperte: proseguono le Olimpiadi della Ristorazione a Bastia Umbra

Ad aprire la seconda giornata di A Porte Aperte, la convention di Bastia Umbra dedicata ai professionisti della ristorazione organizzata da Cancelloni Food Service, è stato il maestro Rossano Boscolo, fondatore della scuola di alta formazione Chef Academy e della biblioteca custodita al Boscolo Circo Massimo, che ha sorpreso il pubblico con il suo tiramisù campione del mondo, capace di riscrivere le regole della tradizione.

A seguirlo è stato Igles Corelli, che ha incantato il pubblico con i suoi spinosini fritti e risottati, vongole e aria al prezzemolo: un piatto stellato reso alla portata di tutti dalle magistrali spiegazioni, passo dopo passo, dello chef, vero cultore della cucina circolare.

Non da meno è stato ieri lo speech del maestro della fotografia Oliviero Toscani. Nel corso dell’ora e trenta di conversazione, Toscani ha spiegato il suo approccio al mestiere, i numerosi progetti che ha realizzato e quanto sia importante per lui l’immaginazione, pressoché essenziale per creare qualcosa di nuovo – e non solo in ambito fotografico.

All’intervista al fotografo milanese ha partecipato anche Paolo Belardi, presidente del corso di laurea in design del Dipartimento di Ingegneria e Ambientale dell’Università degli Studi di Perugia. Lo stesso ha curato la mostra Unifood – visitabile all’interno degli spazi espositivi di Umbria Fiere – una selezione dei molti progetti realizzati o in corso presso l’università dedicati allo studio del cibo. La mostra, articolata in due sezioni – una sulla didattica, con una serie di esercitazioni volte a individuare le dimensioni e la forma del cibo, e l’altra sulla ricerca, con gli abstract di sei progetti di ricerca sviluppati in collaborazione con altri atenei – intende instaurare un confronto interdisciplinare su comunicazione e valorizzazione delle tipicità locali, riduzione degli sprechi e dei consumi energetici nei processi produttivi.

Proprio la questione della sostenibilità e della riduzione degli sprechi sarà al centro della tavola rotonda prevista per oggi pomeriggio alle 16.00. Il forum, organizzato da Cancelloni e da Regusto, dopo i saluti del Rettore dell’Università degli Studi di Perugia e del Mons. Domenico Sorrentino, vescovo di Assisi, vedrà alternarsi autorevoli rappresentanti del mondo culturale, istituzionale, alimentare e imprenditoriale con l’unico scopo di sostenere la lotta allo spreco.

Attesi domani gli chef Pietro LeemanFederico Gallo e Niko Romito, compresa la finale dei contest, che vedranno sfidarsi i ristoratori a suon di padelle.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*