Bastiola di Bastia Umbra, festa per Michele Di Rocco, il pugile verso nuova difesa

 
Chiama o scrivi in redazione


di M. Migliosi e M.Zingales BASTIOLA DI BASTIA UMBRA – Cesare Lucarelli ha organizzato tutto! L’imprenditore edile di Caserta, trapiantato in Umbria, l’ha detto e l’ha fatto. Ha organizzato una festa, giusta e dovuta, per il campione europeo dei pesi superleggeri di pugilato Michele Di Rocco.  La festa, cui ha partecipato anche la candidata a sindaco per il Centrosinistra, Simona Carosati e l’ex sindaco, Vannio Brozzi, si è tenuta presso il ristorante campano “La locanda del buon pane” a Bastiola di Bastia Umbra. In prima fila a festeggiare il campione, fresco della vittoriosa prima difesa del titolo, il padre, i parenti, ma soprattutto la moglie Floriana e i suoi tre figli, un maschietto (che ha già un buon destro) e due femminucce. “Andro’ in Finlandia – ha detto Michele di Rocco ai nostri microfoni -, fine marzo o inizio di aprile per la difesa volontaria del titolo continentale”.  

La difesa Di Rocco la sosterrà contro un pugile kosovaro che da anni vive in Finlandia. Un boxer che ha al suo attivo 22 incontri e che ha al suo attivo 5 ko. “Voglio stravincere – ha dichiarato il campione – anche perché combatterò fuori casa. E per difendere vittoriosamente l’incontro devo poter dare ancora di piu’ di quanto fatto a Milano”.  La preparazione per la prima difesa volontaria di Michele di Rocco comincerà mercoledì prossimo. Il pugile gitano si trasferirà nella capitale del pugilato italiano, Milano.  

Se tutto andrà bene, a Di Rocco toccherà, poi, la difesa ufficiale contro un pugile inglese in una sede che sarà stabilità appena bandita l’asta di assegnazione. Sarà in ogni caso, Italia o Gran Bretagna. Chi vincerà, salirà in graduatoria e avrà la possibilità di disputare il titolo mondiale della Word Boxing Conuncil.

“Sicuramente quella dello sport è una dote innata che c’è in alcune persone – ha detto la candidata a sindaco di Bastia Umbra, Simona Carosati -, però è anche vero che bisogna coltivare queste doti con grande sacrificio quotidiano e questo è quello che Di Rocco fa e va a difendere la sua medaglia anche questa volta”.

 

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*