Nuova carta d’Identità Elettronica, avviata procedura per il rilascio

Bastia Umbra è tra i Comuni selezionati per la sperimentazione

Nuova carta d’Identità Elettronica, avviata procedura per il rilascio. Il Comune di Bastia Umbra, già dal 24 marzo 2009, è uno dei pochi comuni che in Italia ha sperimentato l’emissione della Carta di Identità Elettronica (C.I.E.).

Un impegno importante che, in considerazione dell’esperienza maturata, ha consentito a Bastia Umbra di essere inserito quest’anno tra i 199 enti locali che, prima possibile, inizieranno ad emettere la nuova C.I.E., procedura che successivamente sarà estesa a tutti gli oltre 8.000 comuni italiani.

A Bastia Umbra ogni anno, in media, sono state rilasciate 1.400 Carte di Identità Elettroniche e, per venire incontro alle esigenze dei cittadini, sono state emesse dietro appuntamento e con apertura degli uffici anche il sabato mattina.

“Il nostro Comune – sottolinea il sIndaco Stefano Ansideri – è dotato di un’organizzazione attenta alle esigenze dei cittadini e alle necessità del buon governo. In particolare il settore demografico e statistico, ottimamente diretto dalla dottoressa Patrizia Vantaggi, che gestendo uno sportello pubblico riesce a mantenere rapporti utili e costruttivi con la cittadinanza. L’esempio della carta d’identità elettronica ha visto Bastia Umbra tra i primi comuni italiani già nel 2009 nella prima fase di sperimentazione, che viene confermata oggi con soddisfazione generale”.

La nuova carta di identità elettronica (C.I.E.), prevista dalla legge 125/2015 con funzioni di identificazione del cittadino, è volta ad incrementare i sistemi di sicurezza dell’intero sistema di emissione mediante la centralizzazione della produzione, personalizzazione e stampa della carta stessa, a cura dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.

Il cittadino potrà richiedere la C.I.E. al Comune di residenza o di dimora nei casi di primo rilascio, deterioramento, smarrimento o furto del documento di identificazione. Per il richiedente maggiorenne è prevista anche la manifestazione del consenso o del diniego alla donazione di organi o tessuti in caso di morte.

L’ufficiale d’anagrafe, una volta acquisiti tutti i dati del cittadino compresi gli elementi biometrici primari (fotografia) e secondari (impronta digitale), li trasmetterà al Centro Nazionale dei Servizi Demografici che provvederà all’inoltro all’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato per la produzione, personalizzazione, stampa e consegna del documento elettronico all’indirizzo indicato dal richiedente.

E’ stato istituito un portale istituzionale delle C.I.E. all’indirizzo internet www.cartaidentita.interno.gov.it all’interno del quale sono reperibili tutte le informazioni utili per la presentazione della domanda di rilascio della C.I.E., avendo la possibilità anche di prenotare l’appuntamento con gli uffici comunali.

La consegna della C.I.E avverrà entro 6 giorni lavorativi dalla richiesta presso l’indirizzo indicato dal cittadino, o in mancanza di un0ibnsicazion e specifica, presso il Comune.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*