Compagnia Le Brugole in «Metafisica dell’Amore» al Teatro Esperia

Compagnia Le Brugole in «Metafisica dell’Amore» al Teatro Esperia

Compagnia Le Brugole  in «Metafisica dell’Amore» al Teatro Esperia
“Metafisica dell’amore” è uno spettacolo comico che parla dell’amore. E soprattutto delle donne

Nel bel mezzo di una fase storica importantissima per il nostro paese in tema di omosessualità, coppia di fatto, unione civile, amore gay il Teatro Esperia ospita una compagnia tutta al femminile che parla di amore. Un amore lesbico, carico di tabù e paradossi ma alla fine semplicissimo e purissimo AMORE. La compagnia LE BRUGOLE in METAFISICA DELL’AMORE.

“Per aver affrontato un tema scottante come quello dell’omosessualità femminile con un linguaggio fresco, ironico, divertito. Lo spettacolo, anche grazie alla qualità delle interpreti riesce a coinvolgere il pubblico miscelando momenti di comicità con altri di grande intensità e profondità senza mai cedere nell’autocommiserazione”.
Premio Scintille 2011.

Il palco del Teatro Esperia il 5 febbraio alle ore 21:00 ospita Le Brugole. La compagnia è tutta al femminile, due attrici (Annagaia Marchioro e Roberta De Stefano) e due autrici drammaturghe (Giovanna Donini e Francesca Tacca – autrici tra l’altro anche di Zelig Off). Le abbiamo viste in tv, ad esempio in Commedy Central nel programma “Bambine cattive” o in Zelig Off, a teatro con spettacoli di successo come quello che presenteranno all’Esperia “Metafisica dell’amore” o “Diario di una donna diversamente etero”. Finalmente le vedremo a “casa nostra” con lo spettacolo più applaudito, che vanta premi come Scintille (importante riconoscimento teatrale) del prestigioso Festival di Asti.

“Metafisica dell’amore” è uno spettacolo comico che parla dell’amore. E soprattutto delle donne. Che amano le donne che amano altre donne che amano tutti gli altri. L’amore è un sentimento universale, tutti provano le stesse emozioni, gli stessi piaceri, gli stessi dolori: lui e lui, lei e lei, lui e lei. Coppie diverse, identiche emozioni. Questa e’ una legge che, a differenza della legge, e’ uguale per tutti … con qualche piccola differenza che fa la differenza.

Le attrici protagoniste raccontano e si raccontano, trasformandosi e dando vita a una carrellata di personaggi esilaranti. Tutti alla ricerca di un amore: la psicopatica, la milanese, l’artista, la fricchettona, la ex… Uno spettacolo dedicato a chi ha ancora voglia di amare e ridere di questo disgraziato dolore che ti prende allo stomaco senza distinzione di sesso, di razza, di lingua o di religione. Un passo in più verso il rispetto, perché la discriminazione, guardata col cuore, si rivela nella sua stupidità. “E noi lo facciamo con uno spettacolo. Questo. Che non vuole dare risposte. Ma vuole esistere. E basta”.

L’amore lesbico raccontato dalle Brugole sta facendo il giro del Bel Paese e le due talentuose attrici sono diventate in qualche modo portavoce di un mondo che concepisce l’amore nella sua essenza di sentimento universale, che unisce gli esseri umani.

Compagnia Le Brugole

ANNAGAIA MARCHIORO
Nasce a Padova, nel 1983 e si diploma come attrice alla Scuola d’arte drammatica Paolo Grassi di Milano nel 2009. Da allora inizia ad occuparsi di cabaret a Zelig e parallelamente continua a lavorare in teatro. Nel 2010 lavora con Andreè Ruth Shammah al teatro Franco Partenti, Mimmo Sorrentino al teatro Crt di Milano e con Aslico, Teatro Sociale di Como. Tra i soci fondatori de la Compagnia Cinematografica con cui debutta al Teatro Litta, e dell’ associazione A.s.i.l.o con cui debutta al Teatro Ringhiera.

ROBERTA LIDIA DE STEFANO
Nasce a Castrovillari nel ’85, sin da bambina incontra Saverio La Ruina e Dario De luca della compagnia Scena Verticale, che saranno i suoi primi maestri. Al percorso teatral
e affianca sempre la musica, suona infatti il pianoforte e vari strumenti a percussione, soprattutto strumenti di musica popolare. Nel 2010 si diploma alla Scuola d’ arte drammatica Paolo Grassi di Milano, dove ha lavorato con alcune delle più importanti figure teatrali del panorama europeo. Attualmente fa parte della compagnia dei Gordi.

GIOVANNA DONINI
Nasce a Treviso nel 1973. Fonda il trio comico Le Spaventapassere, a Torino nel 2001. Un passato d a giornalista per numerose testate regionali, oggi è un’autrice televisiva italiana. Lavora a Zelig dal 2006 oltre che firmare gli spettacoli di Teresa Mannino. Nel 2008 lavora per radio 105 alla conduzione di Marco Galli. Attualmente è anche responsabile della redazione on line della Smemoranda.

FRANCESCA TACCA
Nata a Milano nel 1985, dopo gli studi classici, si diploma alla scuola d’arte drammatica Paolo Grassi di Milano come drammaturga. Fonda la Compagnia Cinematografica con cui vince il bando PREVISIONI, con la rielaborazione di un testo di Schnitzler. Nel 2010 firma come sceneggiatrice il documentario “Leonesse, pioniere dell’imprenditoria” prodotto dalla Camera di commercio di Milano e si avvicina al cabaret seguendo dei laboratori a Zelig.

Compagnia Le Brugole

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*