Elezioni Bastia, la lista impresa sviluppo spiega perché il competitor Lucio Raspa

Elezioni Bastia, la lista impresa sviluppo spiega perché Lucio Raspa

da Lorenzo Capezzali
Elezioni Bastia, la lista impresa sviluppo spiega perché il competitor Lucio Raspa
Scendono in campo commercianti, artigiani, capitani d’industria ed altro della categoria del lavoro in vista delle prossime consultazioni comunali di Bastia Umbra. Un pie’ a terre articolato ed animato per questo che rimane un appuntamento strategico  per lo sviluppo dell’economia in un momento in cui la crisi congiunturale nazionale acuisce lo stato di disoccupazione e posti di lavoro in bilico. E’ il concetto pensiero della Lista Civica Impresa/Sviluppo, che sostiene con forza e credo il candidato a sindaco Lucio Raspa, per risvegliare le coordinate “nebulose” tra il centro storico ed hinterland.

“E’ arrivato il momento giusto per darci una mossa concreta tutti attraverso il nostro rappresentante competitor sindaco Lucio Raspa – sostengono alcuni preposti a macchia di leopardo – perché il il quotidiano sociale è delicatissimo. Ci siamo uniti al residente Raspa per costruire  un nuovo corso politico-programmatico di solerzia e centralità dei problemi e quindi della nostra economia generale”.

La sintesi pensiero della Lista Civica, detta con colore “dei commercianti” è rimbalzata anche nel corso della presentazione del candidato sindaco Raspa alla stampa, un atto composito, che ha visto la partecipazione di moltissima gente anche dalla piazza centrale ed interno al teatro.

Tutto corre secondo un principio di “salute pubblica” ora per l’avvenire dei bastioli così come lo stesso candidato sindaco Raspa ribadisce negli incontri con la  stesura del programma ampio e dettagliato presentato sabato scorso alla presenza di autorità politiche ed istituzionali della Regione, del Comune di Assisi e di residenti. Il referenziato cittadino Lucio Raspa, una figura qualificata e appassionata della vita dei comunali, proviene  dal mondo della scuola dirigenziale nonché preside ed insegnante.

In queste si sono accese le luci di confronto operativo anche sulle attività della grande e piccola distribuzione commerciale del centro e della periferia e delle frazioni, incluse con forza nel dettato programmatico del cartello civico-progressista per la sfida elettorale con il centro destra e la lega.

4 Commenti

  1. Elezioni Bastia, la lista impresa sviluppo spiega perché il competitor Lucio Raspa.
    Questo il titolo del cumunicato che si legge su Bastiaoggi.

    Io una risposta c’è l’avrei alla domanda del perchè della scelta della lista impresa e sviluppo.
    A furia di bussare le porte, prima o poi qualcuno che ti apre e un accordo lo trovi……………………….
    Signori miei non so quale fosse l’obbiettivo di questa lista, ma di sicuro non fa per il bene “de la Bastia”.

    • Anche io un commento ce lo avrei, ed è il fatto che tutti hanno bussato alla porta della lista!
      Che non ha mai abbandonato il progetto del proprio candidato e della coalizione con chi voleva starci senza accettare alcun strapuntino!
      Non è che tu caro io sei proprio qualcuno di quelli che nella logica delle spartizioni c’è battuto il muso?
      A me sembra proprio di si!!!
      Vai vai, vai pure dove la poltrona te l’hanno promessa, qui ci si è spesi x altri valori!

  2. Elezioni Bastia, la lista impresa sviluppo spiega perché il competitor Lucio Raspa.
    Quanto sopra è il titolo dell’articolo di Bastiaoggi, dove la lista civica impresa e sviluppo, spiega il perchè della scelta di appoggiare Lucio Raspa.
    Be anchio la potrei spiegare così: incontri di quà, incontri di là, prima o poi lo trovi qualcuno per trovare un accordo.
    Ma non era meglio continuare a fare commercio?
    Anche perchè non vedo quali potrebbero essere le reali prospettive di questa lista e di sicuro per il bene di Bastia!!!!!!!!!!

  3. Imprenditori stanchi di un governo che per 10 anni si è limitato alla normale amministrazione e che ha delegato a terzi tutto il resto, imprenditori che nonostante la crisi e il non governo della città sono andati avanti e hanno resistito, imprenditori che vogliono il bene della città, perché una città vivibile e bella attira gente, chi meglio di imprenditori può dare un contributo al rilancio della città ? Forse chi per mesi si è proposta come alternativa, millantando meriti, per poi fare da stampella alla candidata della Lega che è espressione dell’attuale governo? I 10 anni di amministrazione Ansideri è sotto gli occhi di tutti, Bastia sta morendo, Bastia non merita questo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*