Rasiglia il paese delle fate

Rasiglia il paese delle fate. Nella valle del Menotre, in frazione di Foligno, si trova il piccolo borgo montano di Rasiglia, paesino con una storia millenaria che sorge lungo la strada statale sellanese, a oltre 600 metri di altitudine. La sua posizione di frontiera segnava i confini tra il territorio sellanese e la diocesi spoletina: un luogo strategico che i Trinci, signori di Foligno, dotarono in epoca medievale di un castello e di una Rocca. Di quest’ultima rimane la torre e il borgo sottostante, incastonato nelle preziose sorgenti d’acqua, elemento naturale e simbolo di vita. In tempi remoti gli abitanti si preoccupavano di chiudere e tamponare queste rigogliose sorgenti, come se fossero una maledizione, perché allagavano i loro campi coltivati con tanta fatica.Col tempo la popolazione capì che questa natura impetuosa poteva essere utilizzata come forza motrice per muovere mulini, lanifici, cartiere. La bellezza del luogo, e il continuo sussurrare dell’acqua, rendono incantevole l’atmosfera di Rasiglia, che per questo è definito il paese delle fate. Roberta Bistocchi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*