Rifiuti, in dirittura di arrivo le due Ecoisole informatizzate

Il sistema avanzato delle Ecoisole per lo smaltimento dei rifiuti differenziati è stato presentato un anno fa

 
Chiama o scrivi in redazione


Rifiuti, in dirittura di arrivo le due Ecoisole informatizzate

Rifiuti, in dirittura di arrivo le due Ecoisole informatizzate

BASTIA UMBRA – Inizieranno lunedì 6 novembre i lavori per l’istallazione di due Ecoisole informatizzate, nuovo servizio sperimentale ed integrativo del sistema di raccolta differenziata dei rifiuti nel territorio di Bastia Umbra, fino ad oggi imperniato sul sistema ‘poker’ e con i mastelli nel centro urbano. I lavori inizieranno con l’allestimento dell’impianto elettrico, a cura dell’Enel, nei due siti scelti per le Ecoisole: una in via del Conservificio, nel piccolo parcheggio a margine degli edifici residenziali e a ridosso del muro dell’orto del monastero benedettino, e l’altra in piazza Togliatti, sede del mercato settimanale, dislocata tra i due cancelli dell’ex mattatoio comunale, chiuso da molti anni.

E’ quanto previsto dal progetto Ecoisole, approvato dalla Giunta comunale l’8 giugno scorso per sperimentare con le due nuove apparecchiature la possibilità che l’utente possa conferire i rifiuti senza limiti orari, utilizzando per poter accedere la tessera sanitaria o l’ecocard dell’Isola ecologica.

“L’obiettivo – ha detto l’Assessore all’Ambiente Francesco Fratellini – è di migliorare ancora l’attuale sistema, andando incontro alle necessità dei cittadini e migliorando la qualità e la selezione dei rifiuti. Inoltre, se le due Ecoisole dislocate nel centro urbano in aree ad alta densità abitativa, potranno contribuire a superare anche le residue criticità, in particolare nei condomini. Subito dopo l’installazione degli impianti elettrici saranno preparati i due siti di destinazione. Entro novembre o al più tardi a dicembre le Ecoisole saranno funzionanti. Se la sperimentazione darà i risultati previsti, si potrà pensare di installarne altre”.

Nella fase sperimentale i cittadini che potranno utilizzate le Ecoisole sono oltre tremila (880 dell’area del capoluogo e 2.277 utenti in possesso della tessera per conferire al Centro di Raccolta – iscritti alla TARI).

Il sistema avanzato delle Ecoisole per lo smaltimento dei rifiuti differenziati è stato presentato un anno fa (novembre 2016) alla prima edizione di Ecomondo, a Rimini nella ‘Fiera del Green e Circular Economy nell’area euro-mediterranea’ nata dall’integrazione di Rimini Fiera con Fiera di Vicenza Spa.

3 Commenti

  1. Lodi,lodi lodi ai nostri amministratori, che come spesso accade non hanno perso occasione per fare qualcosa che crea disagio ai cittadini. Ora ci propinano le ecoisole (a che prezzo poi) al centro del paese,belle, quella in via del conservificio poi è una vera genialata. Nel miniparcheggio che dovrebbe servire agli abitanti del palazzo ed ai negozi che vi si affacciano, vengono sacrificati 8/9 posti auto per installare questo cassone, ingombrante, immagino rumoroso quando compattera’ i rifiuti. Tutto questo è stato pensato, deciso e fatto all’insaputa di chi abita lì. Non ci vuole certo una cima o una mente eccelsa per valutare la scelta del posto dove piazzare un simile armadio, basta un poco di buon senso. Facendo un minimo di valutazioni c’era il parcheggio di fronte l’ufficio postale, più agevole da accedere con le auto o anche lungo la rivierasca

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*