Expo Casa 2024. Domani il taglio del nastro per l’edizione n.40

Expo Casa 2024. Domani il taglio del nastro

Expo Casa 2024. Domani il taglio del nastro per l’edizione n.40

Tutto è pronto ad Umbriafiere di Bastia Umbra per celebrare un traguardo significativo. Dal 2 al 10 marzo torna l’esposizione dedicata alle eccellenze dell’home living per arredare, costruire, ristrutturare tra sicurezza e sostenibilità. Ad accogliere i visitatori una struttura realizzata grazie ad un concorso per l’ideazione del portale d’ingresso ideato con l’Ordine degli Architetti della Provincia di Perugia.

L’inaugurazione è in programma domani, sabato 2 marzo, alle ore 10.30 (Area Eventi, Pad. 8)

Di Tommaso Benedetti

Dai professionisti del settore ai privati, dalle famiglie agli amanti del design e del bello. Sono in tanti ad attendere quella che è diventata la più grande esposizione del Centro Italia dedicata alle migliori soluzioni per arredare, costruire, ristrutturare, e che per lo speciale anniversario dei 40 anni ha in serbo ricche novità.

Expo Casa, evento promosso da Epta Confcommercio Umbria, torna così all’Umbriafiere di Bastia Umbra, da sabato 2 a domenica 10 marzo 2024, per offrire ancora soluzioni originali e adattabili ad ogni esigenza, coniugando la sicurezza e la sostenibilità ambientale con il gusto estetico e il comfort.

La cerimonia d’inaugurazione, con consueto taglio del nastro, è in programma sabato 2 marzo, alle ore 10.30 (Area Eventi, Pad. 8), alla presenza di Aldo Amoni, presidente di Epta Confcommercio Umbria, Donatella Tesei, presidente della Regione Umbria, Paola Lungarotti, sindaco di Bastia Umbra, Stefano Ansideri, presidente di Umbriafiere.

Nove giorni con 180 espositori distribuiti in 4 padiglioni e in un’ampia area esterna per offrire più di 5000 soluzioni per la casa, presentate in esclusiva dai grandi nomi del settore, divise in nove aree tematiche: Arredamento, Abitare il verde, Arredo bagno, Casa e disabilità, Fuoco, Risparmio energetico, Edilizia, Complementi, Sostenibilità ambientale.

“Di queste manifestazioni – afferma Aldo Amoni – in Italia ne sono rimaste solo due, perché dopo la nostra di Bastia Umbra c’è la fiera a Torino. Expo Casa non solo ha resistito nel tempo ma è cresciuta grazie alla forza Confcommercio, che ha tanti associati in questo settore, rinnovandosi pure grazie alla collaborazione con le professioni del comparto”.

E a rinnovare anche quest’anno il partenariato con Expo Casa è stato infatti l’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori della Provincia di Perugia. Epta, insieme all’Ordine, ha così indetto un concorso per l’ideazione del portale d’ingresso di Expo Casa per l’occasione speciale dei 40 anni.

Il progetto vincitore, firmato dall’architetto Alessandro Moriconi, accoglierà così i visitatori con una struttura realizzata con il sistema tubo-giunto. Nella storia dell’architettura il ponteggio è l’unità fondamentale, la sintesi estrema tra possibilità di rimpiego e sostenibilità economica. Lo sviluppo di componenti standardizzati ed il processo di assemblaggio immediato con moduli ripetibili rende il sistema a tubo-giunto un esempio notevole nella storiografia del design del prodotto; con l’ulteriore vantaggio di essere una sistema completamente riutilizzabile. Sul ponteggio sono poi adagiati una serie di teli colorati che tessono una suggestiva schermatura.

La stessa struttura sarà riproposta internamente, dando luogo ad uno spazio funzionalmente diverso. In questo caso i teli, da copertura filtrante, cambiano ruolo, diventando la quinta che incornicia gli appuntamenti dell’Area Eventi.

Ed è in questo spazio eventi che si svolgeranno convegni, seminari e presentazioni aziendali sui temi dell’edilizia, la sostenibilità e il design. A caratterizzare l’area sarà proprio “Le forme dell’abitare”, spazio culturale d’architettura inserito all’interno del programma che sarà curato sempre dall’Ordine degli Architetti perugini.

Domenica 10 marzo, giorno conclusivo dell’evento, alle ore 17,30 si terrà la presentazione dei vincitori del concorso di idee per la progettazione del ‘portale’ di ingresso e per lo spazio che è stato adibito ad Area Eventi del Centro fieristico di Bastia Umbra. Saranno esposti e rappresentati i primi tre progetti classificati – alla presenza dei progettisti e della giuria – e saranno conferite le targhe ai progettisti. Dopo l’architetto Moriconi, al secondo posto si è classificato Andrea Dragoni mentre al terzo Veronica Innocenzi, insieme ai relativi gruppi di lavoro.

La giuria che lo scorso gennaio ha valutato i lavori era composta da: Aldo Amoni, presidente di Epta srl, Marco Petrini Elce, presidente dell’Ordine degli Architetti di Perugia, Filiberto Franchi, assessore del Comune di Bastia Umbra delegato dal sindaco, Claudio Minciotti, architetto designato dal consiglio dell’Ordine degli Architetti di Perugia e direttore della Fondazione Umbra per l’Architettura, e Bernardo Radi, referente agenzia della comunicazione designato da Epta.

 

Per rimanere aggiornati sul programma: www.expo-casa.com

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*