Più di 40 saracinesche abbassate, è allarme nel centro città

Più di 40 saracinesche abbassate, è allarme nel centro città

Più di 40 saracinesche abbassate, è allarme nel centro città

da Impresa e Sviluppo
Perché Impresa e Sviluppo? Perché Impresa e Sviluppo? 43 foto · circa un giorno fa Ieri qualcuno dei nostri competitor si è preso la briga di andare a leggere il nostro programma di coalizione esteso in cui indichiamo i punti cardini per il rilancio della città e spieghiamo le azioni che riteniamo necessari per poter intervenire. E con il solito sarcasmo e la solita arroganza denigrante del “Vi dico io come si fa voi di questa roba non ne sapete nulla, avete scritto una cosa impensabile!!!”

Ci ha voluto dare la sua lezione e la sua magica ricetta

Ci ha voluto dare la sua lezione e la sua magica ricetta. È bene premettere che il nostro programma esteso esce solo ora perché che che se ne dica abbiamo atteso il bilancio di chiusura del mandato e ragionato su quello e sugli spazi di manovra possibili, prima di rischiare di fare proposte elettorali irrealizzabili come ponti, padiglioni fieristici a gogo, palestre, piscine, palazzetti e così via. Il commento del nostro avversario non lascia dubbi su quale politica si persegue e si perseguirà per il futuro…, fare cassa punto e basta!

Questa mattina però è stata sufficiente una mezz’oretta girando le vie principali della città per rilevare una minima parte del dramma. Abbiamo rilevato ben oltre 40 vetrine chiuse e ci chiediamo alle casse comunali e al tessuto socio economico della città queste cosa portino.

Sicuramente zone buie e non vissute, appetibile aree di degrado preda della microcriminalità e una città sempre più grigia ed anonima che, se non rilanciata, non potrà che accelerare nella sua parabola discendente e a quel punto… cosa entrerà più nelle casse comunali? Ci chiediamo: se comunque le tasse per queste attività non si incassano, non è meglio tenerle aperte sgravandole del balzello per periodi da concordare?

Potremmo continuare su altri sistemi di sostegno a tutto il comparto ma ci fermiamo qui, perché ben descritti nel programma delle priorità che a breve arriverà in tutte le case e già presente online!

Capiamo che il commerciante per natura cerca di non schierarsi apertamente con nessuno, ma questo è il motivo per cui nasce la nostra lista, per raccogliere il grido disperato del settore commercio e lavoro, da troppo tempo vessato e lasciato a se stesso in una città ormai ombra di se stessa! Il 26 Maggio Votaci e cambieremo questo drammatico stato di degrado! NB. Ci prenderemo la briga di andare anche ad immortalare lo stato dell’arte della zona industriale! Buona giornata e buon voto a tutti!


1 Commento

  1. Bene,Bene, Bene finalmete qualcuno si interessa delle attività commeciali. Le attività hanno si bisogno di una drastica riduzione delle imposte locali ma hanno bisogno anche di spazi per il parcheggio auto ma a volte un singolo posto auto viene chiuso dal Comune come in Via Roma 103/B da due transenne poste lungo il marciapiede anche se il parcheggio è privato????????? ed è a disposizione dell’attività commerciale presente??????.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*