Bacchettata alla Lega, non interessano polemiche, ma soluzione problemi

 
Chiama o scrivi in redazione


Bacchettata alla Lega, non ci interessano polemiche, ma soluzione dei problemi

 Il capogruppo della Lega Catia Degli Esposti è intervenuta con considerazioni sulle aree progetto del Centro urbano di Bastia Umbra per osservazioni sulle aree progetto (ex PIC, Piazza del Mercato e Franchi) e con accenti di forte criticità per le relative convenzioni.

Il consigliere della Lega non può ignorare le difficoltà burocratiche incontrate nell’area ex PIC, in particolare per ridefinire le zone di rischio idraulico, dopo il collaudo dell’argine sul Chiascio, che ha richiesto ben sei anni prima dell’assenso di Regione Umbria e Provincia di Perugia. Non può neanche ignorare che le convenzioni sono accordi bilaterali, che si sottoscrivono in due e modificabili solo consensualmente. La dottoressa Degli Esposti ricorda che le opere pubbliche vanno ultimate entro 10 anni dall’approvazione della Convenzione nei tempi decisi dal soggetto attuatore, ma non dice che nel caso della Coop il termine è di sei anni per le opere esterne al comparto ex PIC.

Da ricordare che se il Comune avesse deciso di realizzare direttamente le opere di urbanizzazione il privato attuatore del piano potrebbe pagare i relativi oneri, potendo rateizzarli fino ad un massimo di tre anni dal momento del ritiro del permesso a costruire. In questo caso i tempi da 10 si allungherebbero fino a 13 anni. Chi coprirebbe nel frattempo le spese che il Comune dovrebbe sostenere per realizzare le opere previste e la differenza tra importo dei lavori ed oneri da versare?

Nel caso di Piazza del Mercato, l’Amministrazione comunale ha approvato il piano urbanistico, anche con successive modifiche, mettendo il privato-attuatore nelle condizioni ideali per fare la sua parte.

Le opere pubbliche dell’area Franchi sono in fase avanzata e altre alla parte già collaudata con le due rotatorie, a breve sarà completata e aperta anche la zona che include la nuova viabilità che porta alla stazione con la terza rotatoria su via Firenze.

Quanto al PRG va ricordato che è in dirittura d’arrivo il momento dell’adozione e il Consiglio Comunale potrà esprimersi liberamente. Sullo steso tema la Commissione Qualità Architettonica ha già manifestato una prima valutazione preliminare positiva.

“Nonostante sia passato poco più di un anno,comprendo il risentimento di Catia Degli Esposti – dichiara l’Assessore Francesco Fratellini –. E’ comunque necessario che tutto il Centrodestra rifletta seriamente sulla realtà di Bastia Umbra percomprendere la necessità di superare le contrapposizioni personali e dare spazio alle esigenze della politica e delle buona amministrazione della cosa pubblica. La dottoressa Degli Esposti non può affermare accusandomi di “dire cose non veritiere”: non l’ho mai fatto e non intendo farlo. Sono gli atti, tutti consultabili online, che parlano a mio favore. Per quanto riguarda il poco tempo per la consultazione delle pratiche non è cambiato nulla rispetto a quando Catia Degli Esposti era in Giunta ed è condivisibile cercare di dare più tempo alla consultazione degli atti, ma non sempre è possibile. Al di là delle polemiche sarebbe utile confrontarsi su proposte migliorative, che mi impegno sin da ora a valutare responsabilmente privilegiando il pubblico interesse”.

Per quanto mi riguarda – dichiara il Sindaco Lungarottistiamo lavorando in maniera coesa e condivisa, conoscendo i problemi e cercando di risolverli, sono supportata da una squadra ben integrata e rispettosa dei ruoli e competente in materia. Non mancano impegno e competenza;

le difficoltà sono ben altre: il bilancio che non dispone di risorse infinite e la burocrazia.

Per la realizzazione delle grandi opere a cui la Consigliera Degli Esposti fa riferimento e che conosce molto bene, più di me, sarebbe bene che la Lega, a proposito di “buon senso”, nell’interesse di Bastia, si adoperi di più per superare le lungaggini burocratiche perugine che fanno ritardare, ad esempio, la partenza dei lavori dell’argine sul Tescio e di conseguenza quelli del sottopasso per cui ricordiamo la Giunta ha approvato nei giorni scorsi il progetto esecutivo che è stato inviato ad RFI per il parere definitivo”. Prendiamo atto con piacere, e lo ringraziamo, dell’interessamento del capogruppo della Lega in regione per l’accelerazione dell’iter per dare il via ai lavori per il superamento del PL di Ospedalicchio su cui il Consigliere Degli Esposti a luglio 2019 che fu presente alla seduta della conferenza dei servizi in Regione,  dichiarava a mezzo stampa: Continueremo a sollecitare tutte le parti in causa perché vengano meno i disagi causati alla cittadinanza e affinché non vengano disperse le risorse utili per ovviare, finalmente, a una questione che dura da ormai troppo tempo”. Da allora è passato già un anno. Quando si deve risolvere un problema che riguarda il territorio, sono bene accetti i contributi di tutti”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*