🌍 Rassegna stampa🌍 Ballottaggio in vista a Bastia, manovre e manovrine, ma anche insulti

 
Chiama o scrivi in redazione


Ballottaggio in vista, manovre e manovrine, ma anche insulti

Ballottaggio in vista a Bastia, manovre e manovrine, ma anche insulti

Assalto al Postamat di via Torgianese I ladri portano via quarantamila euroBASTIA UMBRA – GLI INSULTI via web a Catia Degli Esposti, candidata sindaco della coalizione della Lega, che ha annunciato di voler querelare colui che li ha pronunciati, ora rischiano di complicare l’esito del ballottaggio tra Paola Lungarotti del centrodestra e Lucio Raspa del centrosinistra. Gli elettori della coalizione della Lega (oltre 27%) potrebbero risultare decisivi. Tutti ne sono consapevoli tanto che è in programma un incontro tra la coalizione vincente e Virginio Caparvi (ieri ndr), segretario umbro della Lega, che ha fatto sapere che il dialogo è possibile. «L’unico percorso possibile – ha precisato – è quello con accordi formali».

Se non dovesse raggiungersi l’intesa con il cosiddetto “apparentamento”, è possibile che l’accordo salti. A questo punto, ognuno per sé e Dio per tutti? Il timore è che, per il rancore accumulato negli ultimi giorni nella coalizione leghista, potrebbe esserci chi, pur di vendicarsi del centrodestra, sarebbe disposto a far vincere Raspa del centrosinistra.

È UN’IPOTESI porterebbe la situazione elettorale di Bastia Umbra sulle orme di Assisi, dove nel 2016 tra i litiganti del centrodestra al ballottaggio si impose l’attuale sindaca Stefania Proietti, che governa con il sostegno del Pd. L’avvocato Fabrizio Masci, che si dichiara votante della Lega, ha scritto via internet a Salvini per segnalargli questa anomalia che potrebbe regalare Bastia alla sinistra, nonostante centrodestra e Lega, pur distinti, abbiano conquistato più del 60%. m.s.

1 Commento

  1. In riferimento all’avvocato Fabrizio Masci, che si dichiara votante della Lega, ha scritto via internet a Salvini per segnalargli questa anomalia che potrebbe regalare Bastia alla sinistra, nonostante centrodestra e Lega, pur distinti, abbiano conquistato più del 60%.

    La mia domanda è: ma siamo proprio sicuri che la mano scrivente sia stata quella dell’avv.Fabrizio Masci e non per mano di qualcun altro……..”stratega”?
    Anche perché sembra proprio di strategia nell’ipotesi per la quale toccherebbe “scasare”, giocandosi la carta Salvini facendogli il “piedino o il labbrino”.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*