Catia Degli Esposti ha cominciato il suo cammino elettorale da Bastiola

Pastorelli, Lega, amministrative ecco la lista, c'è anche Luca Livieri

Catia Degli Esposti ha cominciato il suo cammino elettorale da Bastiola

del Direttore,
Marcello Migliosi
Giovani, scuola, centro storico, coworking, sicurezza, imprese e commercio. commercio online, Catia Degli Esposti, candidata sindaco (Degli Esposti Sindaco, Lega e Insieme Per Bastia), ha cominciato con questi spunti programmatici il suo percorso di avvicinamento alle Amministrative di maggio. La sala polivalente del Centro San Bartolo ha ospitato una quarantina di persone, tra queste anche il responsabile della Lega comprensoriale di Assisi Bastia Umbra, Stefano Pastorelli e di quella locale, Luigi Tardioli. Presente anche Fabrizia Renzini lista Insieme per Bastia.

Degli Esposti si è soffermata sul valore del rispetto civico e civile della città di Bastia Umbra. «Un progetto – ha detto – che vorremmo portare avanti con la scuola e riuscire a sensibilizzare le nuove generazioni su quello che è il rispetto per il bene pubblico».

Di fatto episodi di inciviltà da parte dei giovani, a Bastia Umbra, si sa non sono una novità, purtroppo: «Sebbene io abbia una buona dose di tolleranza ha detto, ad un certo punto serve lavorare sull’aspetto formativo dei giovani, ma – ha aggiunto – vale un po’ per tutti i cittadini».

Chiaro è che Catia Degli Esposti si porta dietro quello che è il bagaglio di esperienza e ricordi acquisiti come assessore ed era proprio lei che, nei casi di vandalismo e simili, doveva intervenire in qualità di assessore. Non esclude, infine, la candidata anche l’applicazione di “sanzioni” in quelle situazioni in cui si rilevi necessario.

Politica della tolleranza? Sì, ma non troppo, in sostanza. Ed è giusto, il bene pubblico va tutelato. Desgli Esposti, poi, ha parlato di quanto a volte accade nei vicoli della Città Vecchia. «Nonostante – ha detto – ci siano state azioni delle forze dell’ordine la situazione non accenna a migliorare».

Ha colto l’occasione per introdurre quanto la Coalizione vorrà fare per il centro storico di Bastia Umbra.  «Abbiamo un progetto ambizioso – ha detto – che vuole rendere Bastia città più viva e più vivibile. Abbiamo in mente di elaborare un piano accurato che parta, innanzi tutto, da un piano di riqualificazione urbanistica che riporti nella piccola acropoli residenti e imprese».

Un patrimonio da sfruttare dunque, passando prima però, dal progetto di recupero e riqualificazione urbana e sociale. Introducendo, perché no, anche a Bastia Umbra il concetto della “movida“. Termine che, ai più colti, richiama il movimento culturale spagnolo della fine degli anni settanta fino ai primi anni novanta, ma che, oggi, identifica divertimento e vita notturna giovanile all’interno di una città.

Certo è che per ridare vita alla Città Vecchia servono – e se n’è fatto un largo parlare anche negli anni passati ma nessuno a fatto niente – delle politiche fiscali adeguate. «Abbiamo in mente – ha detto la candidata – delle politiche di agevolazione fiscale che facilitino il ritorno di imprese all’interno di questa area».

Prendendo spunto da un’idea di Fabrizia Renzini, il nome dell’area – restituita a nuova vita, si potrebbe chiamare “Zona Viva“. «Sì – ha spiegato Catia Degli Esposti – in qualche modo delimitarla anche con dei complementi di arredo che diano proprio l’idea di un’area pulsante all’interno della città di Bastia Umbra».

Servirà quindi fare un censimento di tutti quelli che sono i locali del Centro storico per poi procedere con dei piani di intervento mirati.

Un progetto anche per il settore del commercio, da sempre trainante per l’intero territorio, ora in difficoltà dopo il precipitare degli eventi che hanno coinvolto l’intero pianeta, dal fallimento della Lehman Brothers a venire avanti. Un piano che produca la rivalutazione di tutti quelli che sono i prodotti commerciali trattati sul territorio di Bastia Umbra.

Si è parlato anche del progetto “Bastia Young & Scout”, realtà che andrebbe ad occupare la scuola primaria di Bastiola, che si sposterà nei prossimi mesi nel nuovo plesso di XXV Aprile: lì, i giovani avranno modo di esprimersi liberamente in un punto di ritrovo fornito di attrezzature informatiche e musicali dotando, allo stesso tempo, il gruppo scout, di una sede fissa.

Prossimo appuntamento il 22 Marzo 2019 dalle 21 alle 23:45 presso il centro sociale di Campiglione

© Riproduzione riservata

2 Commenti

  1. Vorrei ringraziare,come lettore di Bastia oggi,il direttore Migliosi Marcello che ciiforma su tutto quello che accade a Bastia.In questo periodo che precede le elezioi amministrative scrive e riferisce sulle scelte dei vari schieramenti facendo cosi’ un servizio alla comunita’ di Bastia.Grazie Direttore

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*