Elezioni 2019, Catia Degli Esposti e le sue liste a XXV Aprile

Elezioni 2019, Catia Degli Esposti e le sue liste a XXV Aprile

Elezioni 2019, Catia Degli Esposti e le sue liste a XXV Aprile

L’incontro del candidato sindaco Catia Degli Esposti con gli abitanti del quartiere XXV Aprile è servito a mettere a fuoco le problematiche di questa che è divenuta una delle zone più popolose de Bastia. Cresciuta a partire dagli anni ’70, fu definita la “Bastia bis”, perché destinata a costituire il raddoppio della città oltre il Chiascio, e a porsi come polo urbano soprattutto dopo la realizzazione del centro direzionale “Il Giramondo”.

Oggi si appresta a rafforzare questa funzione, perché vi gravitano le più antiche località di S. Lucia e di Bastiola. Su questo punto si è soffermata Catia Degli Esposti, evidenziando il futuro del quartiere quando sarà aperta, entro la fine dell’anno, la nuova scuola primaria che accorperà i plessi di Bastiola e di Madonna di Campagna. Se si tiene conto che, oltre alla scuola, sono previsti complessi come la chiesa parrocchiale di S. Marco, la nuova palestra, una piazza, i residenti avranno a disposizione un quartiere con una forma ben definita.

Ma per divenire un interscambio con il centro urbano del capoluogo esiste il problema del superamento della barriera naturale del fiume Chiascio. E’ necessaria perciò, ha proseguito la candidata sindaco, la progettazione di un ponte carrabile che, partendo dall’incrocio della rotonda con via Monte Vettore, porti direttamente al parcheggio delle Poste e quindi a ridosso del centro storico. Questa soluzione dovrà essere preceduta da un piano generale della viabilità cittadina da inserirsi nelle norme delle varianti al piano regolatore ancora purtroppo in fase di studio.

Nella discussione sono emerse proposte a proposito della destinazione degli ambienti della scuola primaria una volta che sarà lasciata libera, dove potrebbero essere ubicati spazi per le prime esperienze lavorative di giovani.

Fabrizia Renzini, della lista “Insieme per Bastia”, ha toccato il problema sicurezza e del decreto Salvini per ciò che riguarda il piano sgomberi da attuare anche a Bastia, visti i precedenti dell’episodio avvenuto proprio a XXV aprile, dove abitazioni popolari sono occupate illegalmente dal 2007.

Cristiano Brugnoni, residente e candidato per il quartiere, ha parlato della sicurezza stradale da garantire e ha insistito sul concetto di “bene comune “ da riscoprire in tutto il suo valore civico.

Jacopo Pastorelli, rappresentante dei giovani della Lega, ha ricordato come la presenza per la prima volta di questa forza politica a Bastia sia la vera novità di queste elezioni.

Davide Simonelli, per la lista “Catia degli Esposti sindaco”, ha voluto chiarire i motivi della divisione del centrodestra, non imputabili alla sua coalizione, impegnata invece in un cambiamento sostanziale nei metodi da adottare per avere iter più veloci sulla realizzazione dei grandi progetti urbanistici.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*