Bastia Comune pilota per progetto nazionale interoperabilità nuovo PRG

 
Chiama o scrivi in redazione


Bastia Comune Pilota per progetto nazionale interoperabilità nuovo PRG

Bastia Comune pilota per progetto nazionale interoperabilità nuovo PRG

Interoperabilità di dati geografici. Standardizzazione e integrazione del modello dati del Piano Regolatore Generale Comunale. Nei giorni scorsi è arrivata al protocollo la comunicazione  da parte della Regione dell’Umbria che rende ufficiale la collaborazione tra l’Agenzia Nazionale Italia Digitale, gli uffici regionali e il Settore Urbanistica del Comune di Bastia Umbra.

© Protetto da Copyright DMCA

Nell’ambito della realizzazione del nuovo PRG, l’Ufficio Urbanistica, oltre alla necessità di adeguamento imposto dalle norme regionali approvate nel 2015, ha scelto di creare un sistema di database dove sia possibile leggere e scambiare in maniera semplice, facile e univoca i dati geografico-ambientali raccolti  per metterli in futuro a disposizione degli utilizzatori pubblici o privati.

Un database quindi utilizzabile da più soggetti che potranno lavorarci insieme  ma gestibile anche in locale così da permettere a tutti gli Uffici comunali e in conseguenza  a professionisti, imprese e cittadini di operare meglio: ad esempio mediante estrazione in tempo reale di cartografie selezionando solo i dati che servono in quel momento, avendo la certezza che i dati scaricati siano aggiornati e che gli stessi dati siano conformi agli standard nazionali/europei.

Il Comune di Bastia Umbra è il primo comune dell’Umbria ad affrontare questo percorso ed in questo è supportato da Regione Umbria e AGID Agenzia per l’Italia Digitale.

In prospettiva, la definizione di un modello dati dei PRG condiviso fra Regione e Comuni

con rappresentazioni grafiche, icone, colori e simboli univoci e standardizzazione dei contenuti, consente un migliore interscambio delle informazioni e facilita la lettura della pianificazione urbanistica comunale su scala regionale, indipendentemente dal soggetto che sta usando o dovrà usare i dati.

  • Tutto questo è fondamentale per lo sviluppo di servizi digitali territoriali accessibili a tutti coloro che ci lavorano, siano essi soggetti pubblici o privati.

I tempi per l’adozione del nuovo PRG di Bastia Umbra si sono allungati, è vero, – dichiara il Vice Sindaco, Assessore Fratellini ma l’importante è fare le cose  bene. Il periodo di pandemia che stiamo vivendo ha inciso pesantemente, ma nonostante questo il Settore Urbanistica ha lavorato per produrre un PRG non solo al passo con i tempi e le normative ma anche proiettato in un futuro digitale all’interno di un percorso Regionale, Nazionale ed Europeo. Essere “Comune Pilota” vuol dire che la compilazione del nostro nuovo PRG farà da base allo standard di tutti i PRG dell’Umbria e quindi d’Italia che saranno adottati e poi approvati in futuro. La simbologia e i dati estraibili da tutti i PRG saranno univoci e il fatto che questo provenga dal Nuovo PRG di Bastia, sta a confermare le professionalità e le capacità del personale comunale che ha lavorato e sta lavorando su questo e di questo li ringrazio“. Cinzia Mortolini

1 Commento

  1. Va bene tutto, l’informatizzazione, la possibilità di scambio dei dati ecc., ma la domanda è: dove sta il PRG.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*