Intervista al sindaco Paola Lungarotti, vademecum programmatico

 
Chiama o scrivi in redazione


Intervista al sindaco Paola Lungarotti, vademecum programmatico

Intervista al sindaco Paola Lungarotti, vademecum programmatico

di Lorenzo Capezzali
BASTIA – Dopo la costituzione del nuovo cartello politico-amministrativo di centro destra, il Comune di Bastia Umbra stila il primo bilancio del proprio mandato  nonostante la sinistra faccia valere i galloni di una opposizione consiliare una tantum. Bastia come altri importanti centri della Regione soffre la sottrazione di finanziamenti dal governo centrale.

Che futuro avrà il territorio di Bastia, sindaco Paola Lungarotti?  La continuità amministrativa scelta e condivisa dal corpo elettorale a primavera è la base di partenza del nostro operato istituzionale. Con i numeri abbiamo individuato alcune priorità: la tutela del sociale,la manutenzione di strade e marciapiedi, miglioramento estetico del territorio, lo sviluppo commerciale, la pianificazione del verde e della sicurezza pubblica.

Quale “sentimento comunale”prova  sul vademecum proposto? Ma guardi, in una visione comparata delle cose tengo alla soddisfazione dei cittadini prima di tutto. I residenti sono l’obiettivo principale attraverso il concorso della qualità dei servizi. Il discorso del taglio delle spese’ un reale proponimento con il contributo degli uffici comunali, reperendo risorse aggiuntive (circa 300mila euro). E’ mia intenzione intercettare finanziamenti europei a cominciare dal Piano di Sviluppo Rurale, con la riqualificazione di via Romavecchia a San Lorenzo.

I piani delle aree di recupero sono approvati? In via definitiva si’(piazza del Mercato e area ex Pic).D- Il mercato immobiliare incrocia la crisi! .R- Purtroppo. Speriamo che l’economia in generale rialzi la testa per dare fiato alle risorse tutte.

Nel settore negozi si muove qualcosa? «In questo sambito ci sono  indirizzi positivi.  I negozi che si aprono sono maggiori di quelli che si chiudono. Abbiamo messo in campo un piano di collaborazione con il settore terziario apprezzato dai commercianti.

La piazza Mazzini sarà restaurata? Presto. Il progetto di restyling di piazza Mazzini partirà. Quanto agli investimenti entro primavera saranno appaltati i lavori per la nuova palestra polifunzionale a XXV Aprile.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*