📰 Rassegna stampa 📰 – Anche nello sport è tempo di tornare alla normalità

 
Chiama o scrivi in redazione


l Bastia si riprende, commenti tra assessore Franchi, gli sportivi e presidente Mammoli

Anche nello sport è tempo di tornare alla normalità

Essere genitori ai tempi dei social, confronto sull’uso di internetL’assessore invita a rimettere in moto il settore dopo il lockdown, ovviamente con tutte le precauzioni
BASTIA UMBRA Il periodo dei sacrifici e del lockdown è terminato, ora è tempo di riprendere la vita normale con le precauzioni necessarie. E’ lo spirito che, in tempo di pandemia da Coronavirus, in particolare è alla base dell’azione dell’assessore allo Sport Filiberto Franchi che sta lavorando per ridare vita alle principali attività sportive di gruppo.

Uno degli obiettivi in questo momento è il dialogo con le associazioni sportive per fare ripartire i campus estivi. «Ringrazio – ha detto Franchi – tutte le associazione che in periodo di quarantena hanno continuato, se pur in maniera ridotta, a svolgere le loro attività con videolezioni. Sono anche vicino alla società del Bastia Calcio che in questi giorni deve affrontare l’ipotesi di retrocessione in Eccellenza decretata a tavolino. Una decisione ancora ufficiosa che, se dovesse essere confermata dagli organi federali, ha degli aspetti inaccettabili.

Ho offerto al presidente Mammoli la collaborazione del Comune per intavolare un confronto con la dirigenza della federazione calcio umbra». L’assessorato sta lavorando per accelerare la ripresa di tutte le attività sportive. Viene ricercata la massima collaborazione per la definizione e applicazione delle linee guida per gli impianti all’aperto e al coperto. «Ci muoviamo per riaprire l’impianto natatorio di via Hoechberg con l’obiettivo di rimettere a disposizione degli utenti la piscina a giugno. Voglio ricordare infine – ha sottolineato Franchi – che le attività sportive svolte in forma singola sono riprese partendo dall’impianto di atletica leggera nello stadio ‘Carlo Degli Esposti’».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*