📰 Rassegna stampa 📰 – Bastia, quest’anno la festa religiosa si trasferisce in ’rete’

 
Chiama o scrivi in redazione


La parrocchia di San Michele schiera le sue campane contro coronavirus

Bastia, quest’anno la festa religiosa si trasferisce in ’rete’

I sacerdoti saranno nella chiesa di San Michele senza pubblico ma con le telecamere di Terrenostre

Essere genitori ai tempi dei social, confronto sull’uso di internetBASTIA UMBRA Niente messe da più di un mese, dopo l’8 marzo, giorno della decisione di tenere aperte le chiese solo per le preghiere individuali. La Pasqua non sarà quella di sempre con i riti tradizionali, tuttavia i fedeli e quanti lo desiderano potranno seguire le celebrazioni della Settimana Santa in diretta streaming. I sacerdoti saranno nella chiesa di San Michele Arcangelo, senza pubblico, ma con le telecamere di Terrenostre, la testata online che ha già seguito la cerimonia della consacrazione del Comune al Cuore Immacolato di Maria. Questa settimana la diretta sarà trasmessa da altre due testate Bastia Oggi e Bastia.it grazie all’accordo dei titolari di ciascuna delle tre testate: Francesco Brufani, Marcello Migliosi e Francesco Fratellini. Intesa raggiunta con la volontà di servire la comunità cristiana oltre a quella civile.

«Noi ci siamo subito organizzati per entrare nelle case dei bastioli – sottolinea il parroco di San Michele don Marco Armillei (foto) – e sono grato a chi ci aiuta a raggiungere questo scopo. Saranno in streaming le due parrocchie della città, la mia e quella di San Marco Evangelista del parroco è don Franco Santini». Il primo appuntamento stasera alle 21 con la Messa in Cena Domini (Lavanda dei piedi). Venerdì una pausa per dare spazio alle celebrazioni del venerdì Santo del Vescovo diocesano monsignor Domenico Sorrentino. Sabato l’appuntamento più atteso con la S. Messa di Pasqua che inizierà alle ore 21. Non c’è alcuna possibilità di recuperare quest’anno la precessione della domenica pasquale che a Bastia viene aperta, per antica tradizione, della Rinchinata incontro nella piazza centrale tra le statue della Madonna e di Cristo Redentore portate in spalla dalle Confraternite. m.s.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*