📰 Rassegna stampa 📰 – Chiusa la ISA di Bastia per motivi precauzionali «La produzione ripartirà»

 
Chiama o scrivi in redazione


Cavaliere del lavoro, Carlo Giulietti, congratulazioni dal presidente regione Paparelli
Carlo GIulietti

Chiusa la ISA di Bastia per motivi precauzionali «La produzione ripartirà»

Essere genitori ai tempi dei social, confronto sull’uso di internetBASTIA UMBRA La ISA, azienda specializzata in vetrine refrigerate e arredamenti di locali pubblici, ha interrotto la produzione e non la riprenderà lunedì. È una miisura preventiva contro il Coronavirus. La decisione è stata assunta venerdì dalla direzione aziendale, nonostante nei giorni scorsi siano state adottate tutte le precauzioni necessarie con la sanificazione degli ambienti dello stabilimento e con la misurazione automatica della febbre per chiunque entrava in azienda. «Abbiamo deciso di rimanere chiusi– ha dichiarato il presidente e fondatore dell’azienda Carlo Giulietti – perché per ora non è stato possibile riorganizzare le linee di produzione in modo da garantire una condizione di totale sicurezza. Decisione codivisa con la Rsu aziendale, perché noi teniamo molto alla salute dei nostri collaboratori. La produzione riprenderà appena possibile, anche per soddisfare le richieste di fornitur, numerose in questo periodo dell’anno. Speriamo che nel frattempo non vengano a mancare le materie prime». La linea di comportamento della ISA ha di fatto anticipato l’accordo stipulato dal Governo con i sindacati sulle norme da applicare nella aziene. Alla ISA di Ospedalicchio, lavorano circa 900 dipendenti. m.s.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*