Dieci chili di coca nella borsa, due umbri arrestati in Spagna

 
Chiama o scrivi in redazione


Rassegna stampa del Corriere dell’Umbria
Padre e figlio sarebbero dell’hinterland di Bastia Umbra. La notizia riportata da El Pais. I due si trovano rinchiusi nel carcere di Castiglia e León
PERUGIA (Ale Ant) Sono padre e figlio, sono stati arrestati insieme. Traffico internazionale di droga l’accusa. L’ammanettamento è avvenuto in Spagna e i due sono ora rinchiusi nel “Centro Penitenciario de León(Castilla León)” di Mansilla de Las Mulas della comunità autonoma di Castiglia e León. Si tratta secondo El Pais che riporta la notizia di due soggetti che hanno attività nella provincia di Perugia: sarebbero stati arrestati e condannati a dieci anni di reclusione. Vengono riportate sul giornale spagnolo anche le iniziali: M.F. e F.F. Secondo Umbriajournal e Bastiaoggi, che hanno ripreso la notizia arricchendola di particolari, i due sarebbero dell’hinterland bastiolo. Padre (un imprenditore) e figlio sarebbero stati trovati in possesso di dieci chilogrammi di cocaina colombiana purissima. Emergono dall’articolo del quotidiano spagnolo anche altri dettagli. I due avrebbero nascosto lo stupefacente in una borsa da calcio. Tutto sarebbe accaduto alla fine della scorsa settimana e la Farnesina si sarebbe già attivata. Sarebbero partiti per la Spagna anche il legale della famiglia e la moglie dell’imprenditore.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*