Droga, condannati padre e figlio

 
Chiama o scrivi in redazione


Rassegna stampa della Nazione Umbria
IN SPAGNA BASTIOLI CON DIECI CHILI DI COCA
BASTIA UMBRA – SORPRESA e stupore. Sono i sentimenti dominanti tra la gente di Bastia Umbra dopo l’arresto di due cittadini residenti nel comune umbro, padre e figlio, fermati in Spagna con dieci chili di cocaina. La vicenda, riportata dal quotidiano iberico ‘El Pais’, riferisce di due italiani, padre (F.F.) e figlio (M.F.), arrestati e subito condannati a dieci anni di reclusione per traffico internazionale di stupefacenti.
SAREBBERO stati intercettati dalla polizia spagnola, che li avrebbe trovati in possesso di un ingente quantitativo di cocaina colombiana purissima. I due viaggiavano insieme e sono stati bloccati dagli agenti con la droga nascosta in una borsa sportiva. Ora sono rinchiusi nel Centro Penitenciario de León (Castilla León) di Mansilla de Las Mulas della comunità autonoma di Castiglia e León. A riferirlo è anche il portale internet ‘Umbria Journal’, descrivendo l’episodio di cronaca verificatosi una settimana fa nella penisola iberica. Della questione di sta interessando il Ministero degli esteri italiano e un avvocato avrebbe raggiunto i due arrestati per prestare assistenza legale. Ieri, a Bastia ci si interrogava sui vari aspetti della vicenda. Sembra che il padre sia un imprenditore edile con interessi nel mondo sportivo. Viaggiava con il figlio al rientro dal Sud America dove il giovane avrebbe varie conoscenze, in particolare una ragazza brasiliana.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*