Tre giorni di festa in occasione della Madonna della Pietà

 
Chiama o scrivi in redazione


Rassegna stampa della Nazione Umbria
OSPEDALICCHIO CADE IL CENTOSESSANTESIMO ANNIVERSARIO DI UNA STORIA DI FEDE E TRADIZIONE
— BASTIA UMBRA —
OSPEDALICCHIO in festa per il 160° della Madonna della Pietà, che la frazione celebra ogni anno. Da quel 1854, quando per intercessione della Madonna Ospedalicchio ricevette segnali precursori del terribile terremoto che provocò gravi danni risparmiando, però, vite umane. Il parroco di allora, don Franco Picconi, istituì la celebrazione che si ripete ogni anno con devozione. Per il 160° è in programma una festa di tre giorni, promossa dal circolo culturale ricreativo che ha assistito passo dopo passo il parroco don Claudio Sciurpa. I festeggiamenti coincidono con l’ultimo weekend di agosto: si comincerà stasera con il primo appuntamento, nell’ambito di Bastia-Estate, alle 21,15 in piazza Bruno Buozzi, dove si esibirà il gruppo musicale «Cristina Ghibelli in Quartetto On Air»: protagonisti Lorenzo Calvanelli (contrabbasso), Maurizio Marrani (pianoforte), Cristiano Zanetti (batteria), e Cristina Ghibelli (voce). A conclusione la pasticceria «Dolce Forno» offrirà un cocktail. Domani, sabato le cerimonie religiose con la celebrazione della Messa e la tradizionale Processione. Domenica, infine, alle 9 una passeggiata in bicicletta. Il circolo ha allestito una mostra fotografica «Come eravamo», con 750 immagini del paese dalla fine dell’800 al 1980. Una carrellata, unica nel suo genere, grazie alle fotografie della collezione del compianto prof. Enrico Brozzi, messe a disposizione a Paola Gualfetti. Resterà aperta fino al 14 settembre nella sala parrocchiale «don Antonio Ragni».
m.s.

© Protetto da Copyright DMCA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*