📰 Rassegna stampa 📰 – Nuovo Prg in arrivo, ma c’è spazio per le polemiche

 
Chiama o scrivi in redazione


A volte è meglio tacere e sembrare stupidi, Forza Italia risponde al Pd

Nuovo Prg in arrivo, ma c’è spazio per le polemiche

Nel mirino due interventi edilizi: quello dell’area ex forno Ricciarelli e quella di Villa Ceccucci

Essere genitori ai tempi dei social, confronto sull’uso di internetBASTIA UMBRA Il nuovo Prg è prossimo all’adozione. Intanto, però, si vedono interventi edilizi, in particolare nel centro urbano, che suscitano reazioni critiche negative tra la cittadinanza. Due casi sono oggetto di critiche: l’area dell’ex forno Ricciarelli in via Fani e quella di villa Ceccucci in via Cesare Battisti, quest’ultima in costruzione.

Nel primo caso è sorta una palazzina di quattro piani con un aumento del volume esistente; nel secondo la villetta è sostituita con una palazzina simile all’altra. I più critici parlano di ritorno alla ‘politica del mattone’ che caratterizzò Bastia degli anni ’80 e ’90 del secolo scorso. Perché l’amministrazione comunale ha autorizzato questi interventi?» Sono previsti dal Prg vigente in vigore da alcuni decenni – risponde Francesco Fratellini (foto), assessore all’urbanistica -.

In pratica le due ristrutturazioni sono state approvate con i volumi previsti, secondo l’indice di edificabilità nel centro urbano. Queste pratiche sono state esaminate e autorizzata dal settore Edilizia del Comune con il parere della Commissione di qualità architettonica, senza l’intervento né della Giunta, nè del Consiglio comunale». E’ stato fatto un tentativo di modifica migliorativa da parte dei politici?

«Non c’erano concrete possibilità di intervento. Nella stessa area verrà ristrutturato l’ex Consorzio agrario con una volumetria maggiore. Il progetto prevede allargamento della carreggiata di via Battisti e nuovo parcheggio». Nessuna novità per casi analoghi nel nuovo PRG? «Chiederemo ai tecnici del Piano di prevedere, se possibile, soluzioni migliorative». m.s.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*