Strada pericolosa, due mozioni per chiudere la rampa di uscita

 
Chiama o scrivi in redazione


Rassegna stampa della Nazione Umbria
BASTIA RABBIA DEI RESIDENTI DOPO LA MORTE DEL MOTOCICLISTA DI 23 ANNI. IL CASO APPRODA IN COMUNE
— BASTIA UMBRA — NON UNA ma addirittura due saranno le mozioni in consiglio comunale per sollecitare la chiusura dalla rampa di uscita dalla superstrada Centrale Umbra ‘Bastia Nord’. La questione aperta da molti anni che riguarda la sicurezza dei veicoli in uscita dalle quattro corsie che si immettono sulla strada Torgianese in direzione di Cipresso, che devono affidarsi ad uno specchio parabolico. Inoltre, in orari di maggior traffico, si creano lunghe code di veicoli sulla superstrada. Disagi non nuovi, ma diventati insopportabili in seguito all’incidente in cui sabato ha perso la vita un giovane di Bastia di 23 anni in sella ad una moto nello scontro con un’auto.

LA TRAGEDIA ha scatenato la rabbia dei residenti e poi, nel giro di poche ore, l’intenzione espressa dal sindaco Stefano Ansideri nello stesso giorno dell’incidente di richiedere all’Anas la chiusura della rampa di uscita dalla superstrada. Per rafforzare la richiesta si è pensato ad un pronunciamento del consiglio comunale. I gruppi della maggioranza hanno preparato una mozione che sarà sottoposta all’assemblea civica nel prossimo Consiglio già convocato per giovedì 4 settembre. Hanno chiesto l’adesione al documento, già sottoscritto dal movimento 5Stelle, del Pd che però ha risposto preparando un proprio documento. A quanto pare i Democratici nel loro testo di mozione avrebbero argomenti aggiuntivi. m.s.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*