Giornata della memoria e Giorno del ricordo, quasi 1000 studenti alle iniziative per commemorare la Shoah e le vittime delle Foibe

Giornata della memoria Giorno del ricordo studenti iniziative Shoah Foibe

Giornata della memoria e Giorno del ricordo, quasi 1000 studenti alle iniziative per commemorare la Shoah e le vittime delle Foibe

In occasione della Giornata della Memoria e Giorno del Ricordo, il Comune di Bastia Umbra, la Biblioteca Comunale e l’Ufficio Cultura con Sistema Museo hanno organizzato una serie di iniziative volte a ricordare, commemorare la Shoah e le vittime delle Foibe, le sofferenze drammatiche legate all’esodo giuliano-dalmata.
Gli incontri online “Leggere la Memoria per illuminare il presente” e “Leggere per ricordare” dedicati alle scuole della città hanno visto la partecipazione di 46 classi e 923 studenti, ed hanno riscosso un grande apprezzamento tra i docenti e gli studenti coinvolti.

“Si può ricordare in tanti modi, ma si ricorda sempre per crescere afferma il Sindaco Paola Lungarotti, grazie alla Biblioteca Comunale Alberto La Volpe, alle bibliotecarie, 46 classi di giovani hanno ascoltato la voce di chi ha vissuto l’orrore, ferite profonde dell’umanità con i volti di intere famiglie, donne, uomini e bambini. Quel passato che rimane e deve rimanere un’immagine viva nel presente e nel futuro dei nostri giovani”.

Le bibliotecarie hanno letto per loro albi illustrati, brani e poesie sui temi in oggetto, e grande commozione ha dato il confronto e la riflessione sull’importanza della Memoria e del Ricordo, perché come ha detto Piero Terracina, sopravvissuto ad Auschwitz, “La Memoria è quel filo che lega il passato al presente e condiziona il futuro: ecco perché è necessario fare memoria del passato, perché quel passato non debba mai più ritornare”.

La Biblioteca Comunale ha inoltre raccolto e pubblicato sulle sue pagine social le poesie inviate dai cittadini e dalle scuole per l’iniziativa “Una Stella senza cielo, una dedica in poesia o prosa per la Shoah”. Dieci componimenti nati dalla sensibilità di poeti e studenti che non appena la situazione epidemiologica lo permetterà saranno letti dagli autori in un evento a loro dedicato.

I ragazzi del I.I.S. Polo Bonghi hanno avuto inoltre il privilegio di ascoltare, in un incontro online, la toccante testimonianza dell’esule istriana Fiore Filippaz, che ha sottolineato che i ricordi, le esperienze collettive vissute anche tragicamente, possono essere un veicolo fondamentale per comprenderne il valore, ignorare i ricordi ed il passato è come perdere un pezzo di vita.

“Una serie di appuntamenti densi di significato, che hanno visto una sentita partecipazione delle scuole della città, – dice l’Assessore Daniela Brunelli, il ricordo lo considero un maestro di vita, è un alleato prezioso perché i ricordi aiutano, liberano, formano, e portano a rispettare il passato, a valutare il futuro, a guardare con occhi diversi eventuali problematiche emergenti”. Insieme all’Assessore Brunelli – continua il Sindaco – ringraziamo i dirigenti, le insegnanti e gli insegnanti, le scuole che hanno partecipato al progetto, il coordinamento per la realizzazione di questa importante iniziativa, il Tavolo Comunale per le Pari Opportunità, il C.U.G. comunale, Sistema Museo – Biblioteca Comunale “A.La Volpe” che con impegno e partecipazione ha coinvolto tanti nostri giovani, l’IRCI Ist. Regionale per la cultura istriano-fiumano-dalmata, la Prof.ssa Cav. Rosella Aristei”.


Fonte: Comune di Bastia Umbra


 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*