Disagi scuola XXV Aprile, Degli Esposti, dare risposte certe

Disagi scuola XXV Aprile, Catia Degli Esposti, dare risposte certe 

Disagi scuola XXV Aprile, Catia Degli Esposti, dare risposte certe

L’amministrazione Lungarotti continua ad essere ancora in campagna elettorale. Ma è chiamata ad amministrare la città poiché ha vinto le elezioni, pur rappresentando solo il 34 % dell’elettorato di Bastia Umbra. Ma non per questo si può aspettare che chi rappresenta l’altra parte della cittadinanza (due terzi circa dei votanti) non adempia agli impegni presi con i cittadini, svolgendo un ruolo di ascolto, di proposizione e di controllo dell’attività amministrativa posta in essere”.

Così la capogruppo della Lega, Catia Degli Esposti, dopo la risposta dell’amministrazione comunale sul problema dei disagi nella scuola XXV Aprile.

“Rivendico con forza ed orgoglio – prosegue Degli Esposti – la decisione presa nell’ottobre 2018 di svolgere le verifiche di vulnerabilità sismica in tutti quei edifici i cui controlli erano stati eseguiti prima del 2013 utilizzando le risorse messe a disposizione dal Mistero dell’Istruzione. Risorse messe a disposizione nelle aree più vulnerabili dal punto di vista sismico, sollecitando cosi gli enti locali ad intervenire dopo anni di totale dimenticanza.

Abbiamo eseguito il controllo su cinque edifici scolastici (scuole dell’infanzia di Ospedalicchio e Bastiola, scuole primarie di Bastiola e Ospedalicchio, scuola media Colomba Antonietti). Ottenuto anche le risorse per la progettazione definitiva degli interventi di adeguamento sismico delle scuole primaria di Costano ed Ospedalicchio. Rivendico il coraggio di aver sempre voluto affrontare le situazioni e non far finta di non vedere, perché così si evita di affrontare le questioni, ancorché difficili, come mi è capitato di sentir dire in qualche riunione dell’allora mia maggioranza.

E’ proprio grazie a quella decisione – ricorda Degli Esposti – che nei prossimi anni l’amministrazione di Bastia potrà ottenere contributi per effettuare gli interventi necessari in molti edifici scolastici con obbiettivi  miglioramento o adeguamento sismico e riqualificazione energetica (nuovi infissi, cappotti, nuovi impianti termici”.

Di fronte alle tante foto pervenute a Catia Degli Esposti ed alla collega Jessica Migliorati, le due esponenti della Lega spiegano che era loro dovere interrogare l’amministrazione sulla situazione della scuola di XXVAprile.

L’amministrazione dice di aver dovuto correre – ribatte Degli Esposti alle giustificazioni date dall’amministrazione comunale – ma gli elaborati delle verifiche erano pronte da febbraio 2019, circa sette mesi prima dell’inizio dell’anno scolastico.  La fase elettorale non avrebbe dovuto inficiare l’azione di una amministrazione che guardo caso ne prende atto con una delibera di fine luglio 2019”.

Per la capogruppo della Lega i ritardi nell’esecuzione dei lavori non giustificano una pendenza sbagliata, che è solo frutto di una non corretta esecuzione dei lavori e chi aveva la direzione lavori avrebbe dovuto vigilare perché pagata per farlo.  Cosi come – evidenzia Catia Degli Esposti – sembra non essere eseguita a regola d’arte l’installazione delle porte del locale adibito a palestra, oggi refettorio della scuola materna, che, anche agli occhi una persona che non ha competenze tecniche, appare visibilmente non eseguita a regola d’arte e da cui si è infiltrata molta acqua.

Abbiamo gioito con l’intera cittadinanza il giorno dell’apertura del nuovo edificio scolastico, importante non solo per il quartiere di XXV Aprile ma per l’intera comunità – ricorda ancora Catia Degli Esposti – non ponendo certo l’accento su evidenti situazioni di lavori non ancora completati (es. le lavagne elettroniche che ancora credo sia non funzionanti poiché non ultimato l’impianto relativo al cablaggio strutturato) e sulla non condivisione della scelta di spostare la scuola materna di Bastiola ( non obbligata ) in un edificio scolastico non ancora completato aumentando le prevedibili difficoltà Ma abbiamo ritenuto doveroso interrogare l’amministrazione sul reale stato dei fatti, perché dalle foto pervenute sono tante le situazioni su cui è necessario intervenire, per i quali i cittadini si aspettano risposte certe”.

Quindi, ora il gruppo della Lega aspetta risposte certe ai problemi sollevati, come li attendono i genitori degli alunni e tutti i cittadini: “Ben venga il cronoprogramma protocollato di cui prenderemo conoscenza quanto prima – aggiunge Degli Esposti – perché l’amministrazione non ci ha certo fatto il favore di divulgarlo né a noi consiglieri comunali, né alla città. Ricordo all’amministrazione che il crono programma dei lavori di realizzazione della scuola che io avrei dovuto richiedere è un documento contenuto nel progetto esecutivo e, pertanto, a disposizione dalla sua approvazione. L’amministrazione risponda sui fatti e cominci ad assumersi le sue responsabilità. Dopo me come assessori – evidenzia Degli Esposti – si è avvicendato Morettini ed oggi abbiamo Santoni. Cosa si deve pensare? Che sia stati e sono completanti ininfluenti rispetto alle questioni? Attendiamo fiduciosi – conclude – il confronto in consiglio comunale”./Catia degli Esposti

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
29 × 16 =