A Gualdo “Seduzione e potere” di Sgarbi

 
Chiama o scrivi in redazione


A Guado Tadino presso la Chiesa Monumentale di San Francesco si può visitare, fino al 3 dicembre, la mostra curata da Vittorio sgarbi “Seduzione e potere”, la donna nell’arte tra Guido Cagnacci e Tiepolo. L’interessante esposizione mette a confronto ventinove straordinari artisti italiani attivi tra il cinque e il seicento, che raccontano la figura femminile attraverso interessanti, ma quanto mai complesse iconografie. La Dottoressa Catia Monacelli, direttrice del polo museale gualdese, ci fa percorrere le stanze della mostra, descrivendo con estrema cura, tutti i particolari e i significati reconditi di un’iconografia che i virtuosi autori dipingono con raffinatezza e maestria. Così, tra Caravaggio, Spada, Assereto, Preti, Tiepolo, De Matteris e Cagnacci, si può ammirare il lato più segreto delle cortigiane, dame dei tempi che furono. Per info: 0759/142445

Roberta Bistocchi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*