Festival della scuole, tra le città anche Bastia Umbra

(bastiaoggi.it) BASTIA UMBRA – Sarà un vero e proprio “Festival delle Scuole” la terza edizione di Rendez Vous che si svolgerà in Umbria, tra Spoleto e la Valnerina, da Lunedi 19 a Venerdi 23 Maggio 2014. La rassegna  si propone di diventare uno spazio di sensibilizzazione e di formazione con una serie di laboratori “Artiste en Herbe” per le scuole e per il pubblico più giovane, allargato a 7 Comuni, 10 scuole, più di 300 ragazzi da Spoleto alla Valnerina, da Perugia a Bastia.Il progetto, ideato da Carole Magnini (Associazione Evidanse, Spoleto), si svolge in collaborazione e con il patrocinio della Provincia di Perugia, della Regione dell’Umbria, del Teatro Stabile dell’Umbria, del Cedrav, del Comune di Spoleto Assessorato alla Formazione e Istruzione, dei Comuni di Sant’Anatolia, Scheggino, Sellano, Vallo di Nera, Cerreto di Spoleto, ed è in collaborazione con  le scuole Montessori di Perugia,  con l’Associazione “Fiorivano Le Viole” e con la Scuola di Circo Piccolo Nuovo Teatro di Bastia. Nel corso della rassegna “Rendez Vous-Festival delle scuole”, gli istituti scolastici coinvolti presenteranno il lavoro preparato durante l’anno. Gli spettacoli sono stati creati interamente dai ragazzi: scenografie, coreografie, storie e tematiche, ognuno ha scelto un modo diverso di rappresentarsi ed esprimersi.

In programma, da lunedì 19 al 21 maggio 2014, performance dei ragazzi in Valnerina, tra Sellano, Vallo di Nera e Rilascio, dove si svolgerà “Rendez Vous au fil de l’eau-sul filo dell’acqua”, un laboratorio basato sulla sensibilizzazione e la valorizzazione del territorio, del suo patrimonio e delle sue risorse attorno all’acqua.

Giovedì 22 maggio 2014 lo spettacolo si sposterà invece a Spoleto nel centro storico della città dove gli alunni del Liceo Classico gireranno un filmato su una soggetto da loro creato ed ispirato alla storia dell’Impero Romano. Venerdì 23  maggio 2014 si tornerà in Valnerina a Sant’Anatolia di Narco, nei pressi dell’Abbazia di San Felice.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*