Bastia Umbra, inaugurata la 46esima edizione di Agriumbria

“E’ l’ennesima conferma di come l’AgriUmbria sia una delle fiere piu’ importanti del comparto agro-zootecnico a livello nazionale”. Questo è quanto dichiarato stamani dall’assessore regionale all’Agricoltura Fernanda Cecchini, intervenendo all’inaugurazione della 46/a edizione della manifestazione, in programma fino a domenica prossima all”Umbriafiere di Bastia Umbria, con oltre 400 espositori. “Il termometro del successo di Agriumbria e’ il numero di richieste che mi sono arrivate, per la prima volta da quando sonoassessore – ha detto Cecchini – per trovare spazi liberi in fiera. Ma Agriumbria non e’ solo una rassegna competitiva ma anche un luogo per esaminare proposte e richieste da parte del mondo agricolo, considerando che l’Umbria ha a disposizione 900 milioni di euro di risorse”. Per il presidente di Umbriafiere, Lazzaro Bogliari, l’Agriumbria e’ soprattutto una festa per l’agricoltura nazionale perche’ propone una fiera diversificata e multifunzionale”. E’ intervenuto,inoltre, il ministro dell’agricoltura dell’Albania, Edmond Panariti, sottolineando che “la terra e’ la chiave per la crescita. Quando c’e’ crisi, l’agricoltura tiene”. “Sono qui perche’ c’e’ la possibilita’- prosegue il ministro- di favorire scambi tra i due Paesi. In Albania, l’agricoltura si sta sviluppando e guarda all’Italia per migliorare l’efficacia, anche tecnologica, del nostro sistema produttivo”. Tra le mostre zootecniche (600 capi di bestiame tra bovini, equini, suini, ovini) si segnala la 29/a edizione della mostra nazionale dei bovini di razza chianina iscritti al libro genealogico, organizzata dall’Anabic (Associazione Nazionale Allevatori Bovini da Carne). Nel dettaglio ci saranno anche allevamenti equini (cavalli e asini) di razze autoctone italiane e Due Calzini, una minimula che potrebbe essere la piu’ piccola del mondo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*