Raccolta differenziata, M5s, Giulietti lacunoso dimentica chi ha votato mozione

 
Chiama o scrivi in redazione


Raccolta differenziata, M5s, Giulietti lacunoso dimentica chi ha votato mozione Al nuovo segretario del PD bastiolo, facciamo l’augurio di tracciare nuovi percorsi politici

Raccolta differenziata, M5s, Giulietti lacunoso dimentica chi ha votato mozione
Al nuovo segretario del PD bastiolo, facciamo l’augurio di tracciare nuovi percorsi politici

L’unico “contratto approvato” e tutt’ora vigente fino al 2024, è quello firmato con Gest R.T.I (Gesenu S.p.a.) nel Marzo 2009, dove non ci risulta sia stato presente il M5S.
Risulta invece un’amministrazione a guida PD in accordo con tutta la “macchina da guerra” che a tutt’oggi governa la regione… se non è lavarsene le mani questo!!!
Errato è affermare che abbiamo votato un provvedimento della maggioranza anzi, al contrario,è la maggioranza che ha votato la nostra mozione per ricontrattare i termini di quel contratto.

Contratto che impedisce di fatto l’aumento della raccolta differenziata, il recupero in proprio di materiali riutilizzabili, la diminuzione del conferimento in discarica e soprattutto l’abbassamento delle tasse per tutti i cittadini virtuosi, essendo peraltro gestito anche da imprese private che detengono quote significative di partecipazioni nelle stesse società proprietarie delle discariche, guadagnando in tale modo ben due volte: una per il servizio di raccolta, la cui marginalità è garantita per contratto e successivamente per lo smaltimento in discarica, essendo tale ultimo metodo guarda caso quello “preferito” da tali soggetti che peraltro sono invece contrattualmente obbligati a massimizzare la quota di raccolta differenziata, efficentando tale filiera che ad oggi invece resta ferma all’età della pietra, con ingenti costi pagati dalla collettività sia in termini economici che ambientali.

In tale scenario gran parte delle responsabilità a nostro avviso risiedono anche nella politica regionale a targa PD che, pur dovendo controllare, ha permesso che il “marchingegno rifiuti” ci abbia condotto all’attuale situazione di pre-emergenza, senza alcun serio intervento correttivo, se non i soliti aumenti delle volumetrie delle discariche, sino a prospettare la realizzazione di un inceneritore, già previsto in Umbria dalla nuova legge di stabilità di Renzi.

Tornando al comunicato del PD nostrano, citiamo le testuali parole: “…ci rendiamo improvvisamente conto che forse sia il caso di voltare pagina”, presupponendo quindi che la nuova “pagina” sia quella giusta, ci chiediamo pertanto perché i consiglieri PD in consiglio comunale hanno votato contro?
Comprendiamo il vostro disagio nel constatare che una forza politica può essere libera di votare i provvedimenti più validi senza dovere interpretare forzatamente il ruolo di oppositori a prescindere.

Siamo consapevoli che molte cose si possano migliorare a Bastia ma sappiamo anche distinguere le responsabilità ed i livelli ai quali portare le varie istanze!

  1. Regionale: dove abbiamo portato la nostra mozione.
  2. Comunale: per quanto riguarda le responsabilità dell’assessore, se del caso, non mancheranno in futuro, azioni mirate.

Al nuovo segretario del PD bastiolo, facciamo l’augurio di tracciare nuovi percorsi politici piuttosto che muoversi su vecchi ed obbligati binari.
Un percorso difficile ma assicuriamo, dalle grandi soddisfazioni… il M5S di Bastia ne è la testimonianza!

MoVimento 5 Stelle Bastia Umbra

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*