Alleanza Civica, a Bastia stop alla politica del mattone

Alleanza Civica, a Bastia stop alla politica del mattone

Alleanza Civica, a Bastia stop alla politica del mattone

Venerdì 24 maggio i ragazzi e le ragazze del movimento Fridays For Future scenderanno di nuovo in piazza contro il degrado ambientale e l’indifferenza della politica nei confronti dei cambiamenti climatici. Le politiche locali hanno un’importanza primaria per il contenimento delle emissioni di gas serra e tutte le amministrazioni sono chiamate ad un ruolo attivo di indirizzo e d’azione concreta.

Anche la nostra città deve ridefinire le sue priorità e ripensare il proprio modello di sviluppo. Bastia può e deve diventare una città ecologica e sostenibile, deve darsi nuovi modelli di edilizia e di uso del suolo, limitare le fonti inquinanti e il consumo di energia. Tutto questo oggi è realtà in molte città, basta volerlo! Per questo Alleanza Civica Bastia si impegnerà innanzitutto per migliorare la qualità ecologica della città, favorendo un modello di sviluppo che metta al primo posto la salute e il benessere delle persone.

È necessario innanzitutto dire basta alla politica del mattone e al consumo del territorio. Bastia è la città dell’Umbria più densamente popolata eppure si continua a costruire senza alcuna logica e analisi del reale fabbisogno di nuove abitazioni. La costruzione dei palazzi nell’area Franchi ne è la prova. Un’operazione di speculazione edilizia per di più finanziata con fondi pubblici! Permessi a costruire e volumetrie dati in “cambio” della realizzazione del sottopassaggio di via Firenze, mai partita. E altri progetti, come Piazza del Mercato e area Pic, di cui si discute da oltre 10 anni e che oggi sembrano già vecchi.

Oggi Bastia ha bisogno di riqualificare, recuperare e manutentare il patrimonio edilizio esistente, sia pubblico che privato, e migliorarne la qualità urbanistica e architettonica che includa aree verdi d’arredo, giardini pensili, schermature a verde, vegetazione. È necessario curare maggiormente il verde pubblico, le piante, i giardini, i parchetti cittadini e il percorso verde. Va favorita una mobilità urbana sostenibile, attraverso la realizzazione di piste ciclabili e l’incentivo all’uso di veicoli elettrici e ibridi che consentono la riduzione di gas serra.

Crediamo inoltre sia doveroso aumentare la raccolta differenziata anche grazie all’applicazione del principio “più differenzi meno paghi” e puntare sull’economia circolare per un migliore riciclo dei rifiuti e per creare nuove occasioni di lavoro. Se non vogliamo che la nostra città diventi un “dormitorio” dobbiamo ripensare Bastia e progettare un futuro basato sulla qualità dell’ambiente e della vita di tutti e tutte noi! Alleanza Civica Bastia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*