Bastia, riaperto il Cinema Esperia con film di qualità

 
Chiama o scrivi in redazione


Bastia, riaperto il Cinema Esperia con film di qualità. Il cinema (e teatro) Esperia è un luogo importante per Bastia Umbra. Gestito dal Comune dai primi anni novanta, è stato chiuso per svariati mesi, creando un notevole vuoto per i cittadini. Fortunatamente, dopo significativi interventi, domenica 11 dicembre è stato riaperto (per l’evento si è scelto di proiettare in versione originale il grande classico“Mago di Oz”). A ribadire il forte legame tra il cinema e il territorio, ieri è stato proiettato il film a kn zero “Dammi una mano”, una produzione rigorosamente umbra. Girata con risorse umbre tra Perugia e Assisi, la pellicola è stata diretta da Raffaella Covino e vi brillano due interpreti di Bastia: Roberta Bistocchi e Silvana Lavelli. La società Zenith, che già si occupa di altre strutture tra Perugia e Città di Castello, possiede un contratto della durata di soli 6 mesi, con l’obiettivo di mettere in atto una spiccata sperimentazione, coinvolgere le scuole e promuovere rassegne ed eventi di qualità. L’Assessore alla Cultura Claudia Lucia rivendica la scelta, operata dal Comune, di valorizzare il periodo natalizio per permettere al pubblico, in special modo i giovani, di riscoprire il cinema. Una sfida i cui risultati saranno valutabili il prossimo maggio, quando il Comune valuterà gli esiti della gestione in termini culturali e finanziari.

Roberta Bistocchi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*