Molesta due bambine, sessantenne incastrato dalla ex moglie

Picchia selvaggiamente la madre, arresti domiciliari a casa di un parente

Molesta due bambine, sessantenne incastrato dalla ex moglie BASTIA UMBRA – E’ finito in carcere con una accusa gravissima, quella di aver molestato due bambine molto piccole. E’ così scattato, ieri pomeriggio, il blitz dei carabinieri di Assisi a Bastia Umbra. I militari, coordinati dal sostituto procuratore Michele Adragna, hanno arrestato un sessantenne commerciante di Bastia e titolare di un negozio di materiale informatico. Il blitz è avvenuto all’interno del negozio. Da oggi l’uomo, di origini romane, è in carcere su ordine del gip Lidia Brutti, che ha firmato l’ordinanza.

E’ successo, secondo quanto ricostruito dagli investigatori, in due occasioni differenti. Una prima all’interno del negozio. L’episodio risale ad aprile scorso nei confronti di una bambina. La piccola era nel negozio con un genitore quando con una scusa l’avrebbe attratta dietro il bancone per toccarla “nelle parti intime”

L’altra è avvenuta nella propria abitazione. L’uomo avrebbe approfittato di un momento di solitudine per molestare la figlia di amici che erano a cena.

L’indagine è scattata un anno dopo, a seguito della denuncia fatta dalla moglie del sessantenne, ora ex. La donna, secondo quanto raccontato agli investigatori, proprio in quella cena avrebbe scoperto quanto combinato dal marito.

Nel capo d’accusa formulato dal pm, l’uomo avrebbe detenuto anche materiale pedopornografico: nel suo telefonino sarebbero stati ritrovati ben 10 file video raffiguranti minori in atti sessuali, più altro materiale sull’hard disk.

L’indagato lunedì comparirà dinanzi al giudice per l’interrogatorio di garanzia. Al momento resta rinchiuso nel carcere di Capanne, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*