Scuola Media, Approvato piano di sicurezza ed efficientamento energetico

Presa d’atto della sentenza TAR su Pip Ospedalicchio - Est

 
Chiama o scrivi in redazione


Contributo di 480 mila euro alle scuola Colomba Antonietti di Bastia

Scuola Media, Approvato piano di sicurezza ed efficientamento energetico

Il Consiglio comunale mercoledì 11 maggio 2016, oltre ad approvare il rendiconto di gestione 2015, ha preso in esame altri due argomenti: 1 – l’inserimento nel programma triennale delle opere pubbliche di un intervento per la messa in sicurezza dei solai e per l’efficientamento energetico dell’impianto di illuminazione della Scuola Media ‘Colomba Antonietti’; 2 – la presa d’atto della sentenza del Tar Umbria del 26marzo 2015, relativa alla variante al PRG area Pip Ospedalicchio est e approvazione degli atti amministrativi conseguenti.

Per quanto riguarda la Scuola media il Consiglio ha accolto con favore e approvato all’unanimità la proposta d’ intervento per i solai, che prevede l’installazione di controsoffittature e la sostituzione dei corpi illuminanti nell’ambito del piano di efficientamento energetico, per una spesa complessiva stimata in circa 280mila euro. L’intervento sarà realizzato in estate durante il periodo di vacanze con la scuola chiusa. A questo fine il settore comunale dei Lavori pubblici sta definendo il progetto esecutivo e prepara il bando di gara per l’appalto dei lavori.

L’assemblea consiliare, a maggioranza, ha preso atto della sentenza del Tar dell’Umbria che ha annullato la variante al Prg relativa al Piano di Insediamenti Produttivi (PIP) Ospedalicchio est, approvata dal Consiglio comunale il 17 luglio 2008, su proposta della Giunta presieduta dal Sindaco di allora, Francesco Lombardi. Il Consiglio, prendendo atto della sentenza del Tar che con l’annullamento della variante produce effetti non solo nei confronti del ricorrente ma dei terzi, anche non ricorrenti, ha disposto la riclassificazione dell’area interessata dalla variante annullata”.

“Non potevamo che prendere atto della sentenza del giudice amministrativo – sottolinea l’assessore all’urbanistica Francesco Fratellini – che, per vizio formale, ha annullato la variante, disponendo il ritorno delle destinazioni precedenti. Tuttavia, con il nuovo Piano Regolatore Generale prevediamo che questa area, in futuro, avrà destinazione d’uso produttivo”.

Scuola Medi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*