MASSA MARTANA, ADRIANO CIOCI PRESENTA IL ROMANZO “IL CUSTODE DEL SETTIMO SIGILLO”

 
Chiama o scrivi in redazione


Adriano Cioci
Adriano Cioci
Adriano Cioci

Si terrà sabato 31 agosto (ore 18,30), presso la centralissima Chiesa Nova a Massa Martana, la presentazione del nuovo romanzo thriller-teologico di Adriano Cioci, dal titolo Il Custode del Settimo Sigillo (Gabrielli, Verona). L’evento, organizzato dal Comune di Massa Martana, sarà anticipato dagli interventi del sindaco Maria Pia Bruscolotti e dell’assessore alla cultura Luca Latini. Ne discute con l’autore il giornalista Roberto Vicaretti. Il romanzo, ambientato in epoca attuale nell’area del Mediterraneo, si rivela inquietante e ricco di colpi di scena.

 

A Chenini, nel sud della Tunisia, all’ombra di un’antica moschea, vi è un cimitero dove sono custodite delle tombe lunghe oltre cinque metri: sono quelle dei Sette Dormienti? Matteo, archeologo italiano, decide di iniziare la ricerca proprio da lì, ma la sua indagine viene ostacolata da una serie di eventi misteriosi. – La tensione che muove il romanzo – scrive il giornalista Franco Di Mare in prefazione – sale sempre, e con essa – nonostante l’imbarazzo dei personaggi davanti a sconcertanti rivelazioni sulla cristianità – sale anche quell’approccio positivo e disinibito verso i pilastri della religione. Così il lettore potrà trovare qualche spunto in più, non soltanto sugli itinerari della storia e della fede ma anche, e soprattutto, per interrogarsi sul proprio destino -. Adriano Cioci, giornalista e scrittore, è autore di opere di narrativa, biografie, monografie, reportage, saggi, guide storico-artistiche e testimonianze.

 

E’ fondatore del Premio Letterario Fenice-Europa, giunto alla XVI edizione, e vice-direttore della rivista SITI, organo dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco. Il romanzo è stato presentato, nelle scorse settimane, in alcune località italiane (Milano, Bologna, Sabaudia, Spoleto, Cascia) ed estere, in Germania, Svizzera, Croazia e Slovenia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*