Incidente a Ospedalicchio, auto si ribalta, ferito un bambino


Scrivi in redazione

Incidente a Ospedalicchio, auto si ribalta, ferito un bambino Un bambino di circa due anni è rimasto ferito, per fortuna in modo non grave in un incidente stradale avvenuto sulla statale 147 Assisana poco fuori l’abitato di Ospedalicchio di Bastia Umbra. Il piccolo era a bordo di una Ford Ka che stava uscendo da una strada secondaria, via Di Vittorio. Alla guida la mamma del bambino. Da quanto riferito dai soccorritori, pare che la donna non abbia fatto lo stop e si sia immessa sulla strada principale in direzione Assisi. Dalla sua destra stava arrivando una Fiat Bravo alla cui guida si trovava un giovane. Il conducente ha sterzato all’inverosimile per evitare l’impatto, ma non c’è stato nulla da fare: botto pazzesco e Fiat Bravo capottata dentro al fossato. Il ragazzo è stato trasportato in ospedale dopo un po’ con tanto di collare che gli sosteneva il collo. 

LEGGI ANCHE: Incidente a Bastia, al cantiere della chiesa, operaio trasportato in ospedale [Foto]

La piccola vettura condotta dalla donna, dopo essere stata urtata dalla Fiat Bravo, è finita col fare quasi un frontale con un Ford Transit (veicolo commerciale). E giù un’altra botta. Vetture praticamente distrutte. Madre e figlio in ospedale, e al nosocomio anche il giovane conducente della Fiat.

Il bimbo, stando a quando riferisce Mario Mariano del’ufficio stampa del Santa Maria della Misericordia di Perugia, è stato sottoposto a controlli, ma è entrato in codice giallo e le sue condizioni non dovrebbero destare preoccupazioni.

«Un miracolo, un miracolo – dicevano le persone arrivate sul posto -, poteva essere una immane tragedia, proprio perché a bordo c’era il piccolo».

Sul posto, oltre alle ambulanze inviate dalla Centrale unica del 118 di Perugia, sono arrivate due pattuglie della Polizia locale di Bastia Umbra al seguito del maggiore comandante, Carla Menghella.

Questo slideshow richiede JavaScript.

3 Commenti

  1. Articolo da correggere. “La donna ha fatto lo stop. La visibilità sulla destra è ridotta a causa di transenne di un perenne cantiere edile e dell’erba molto alta che salvo qualche abitante del luogo si degna di tagliare una o due volta l’anno. La Bravo che veniva da dx andava ad una velocità molto elevata come lo stesso conducente a confermato in più circostanze.

  2. Purtroppo ancora esistono comportamenti che lasciano interdetti. Mi riferisco al fatto che qualsiasi amministrazione di buon senso, curi in modo articolare la sicurezza dei cittadini. In questo caso come in altri si denota una mancanza totale di accortezza, infatti nel passato, prima di tagliare l’erba in tutte le strade che inevitabilmente necessitano di tempi lunghi, si procedeva a liberare la visuale negli incroci più pericolosi e trafficati. A questo proposito, la cecità di costoro, si mostra palese in Via del Guado all’innesto con la strada regionale 147. A causa della chiusura del ponte, tale via è attualmente super trafficata, essendo uno dei pochi ingressi disponibili, ebbene, nei giorni scorsi, per grazia ricevuta, è stata tagliata l’erba sulla S.r 147 solo dal lato Bastiola, lasciando incustodito il lato Assisi. Chi si immette in tale strada, deve sporgersi per vedere le auto provenienti da Assisi, andando così ad occupare la carreggiata. Credo che i nostri amministratori o chi e atto al controllo, siano transitati più volte in questo incrocio e lo hanno fatto senza mai porsi il problema, come se loro appartengono ad un mondo di eletti e i problemi di noi comuni mortali non li riguardano. C’è da chiedersi allora, ma chi controlla i controllori?

    • Ho dimenticato di aggiungere che Via del Guado è in uno stato pietoso e sapendo che avrebbe assorbito una notevole mole di traffico, sarebbe stato opportuno rifare i circa 200/300 metri di asfalto. Peccato che non ci sia transitato il Giro d’Italia.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*