Bastia, “Un’idea nuova di scuola”, progetto definitivo scuola di XXV Aprile

 
Chiama o scrivi in redazione


(bastiaoggi.it) BASTIA – Sarà presentato giovedì 6 febbraio, alle ore 21.00, in un incontro pubblico presso la Sala Consiliare, il progetto della nuova scuola primaria di XXV Aprile, collocata all’interno del piano San Marco. Il progetto, realizzato dall’architetto Francesca Cocchioni, rispetto al progetto precedente prevede l’ampliamento della scuola dell’infanzia e la previsione della scuola secondaria di primo grado.

© Protetto da Copyright DMCA

Novità importante è che sarà la prima scuola in Umbria costruita con avanzate caratteristiche tecniche antisismiche e di sostenibilità ambientale. ”A differenza degli altri tre progetti presentati per la scuola di XXV Aprile – sottolinea l’assessore alle politiche scolastiche Marco Fortebracci – questo rappresenta una vera innovazione, sia nelle motivazioni con cui questa Amministrazione ha fortemente voluto questo progetto, sia nella struttura dell’edificio stesso.

Abbiamo ritenuto che la costruzione di nuovi edifici scolastici debba basarsi su “un’idea nuova di scuola”, capace di mettere al centro lo studente e che punti a sviluppare un apprendimento di tipo olistico, basato sull’integrazione delle conoscenze e dei saperi. Per questo la progettazione di nuovi edifici deve fondarsi su uno stretto collegamento tra spazi e didattica, perché la struttura rappresenta il “Terzo Educatore” dopo l’insegnante e il materiale didattico.

Chiariamo subito un dubbio: molti si domandano se questo progetto verrà realizzato, in quanto gli altri tre presentati dalle passate Amministrazioni sono rimasti sulla carta. Questa Amministrazione, per dimostrare che è fortemente motivata nel realizzare questa nuova scuola, il 13 febbraio approverà il bilancio di previsione 2014, nel quale sono stati stanziati i fondi necessari per la sua costruzione, attraverso l’accensione di un mutuo, mentre le rimanenti opere di urbanizzazione dell’area San Marco saranno a carico dei privati. Dopo 30 anni saranno tolti definitivamente gli alunni dal centro commerciale”. Tutti i cittadini sono invitati a partecipare per conoscere nel dettaglio le caratteristiche della nuova scuola.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*