IC Bastia1, solidarietà e colletta alimentare per i più bisognosi


Scrivi in redazione

IC Bastia1

IC Bastia1, solidarietà e colletta alimentare per i più bisognosi
Il progetto ha un grande valore sociale perchè sottolinea l’importanza dell’educazione, della convivenza civile e della solidarietà

Sabato 28 Novembre la Scuola Secondaria di primo grado, rappresentata dalla classe IIA, parteciperà alla 19^ Giornata Nazionale della Colletta Alimentare presso tre Supermarcati di Bastia Umbra: la Coop in via Roma, il Conad presso Giontella e il Penny Market in via Gramsci.

Gli alunni, divisi in tre gruppi, saranno accompagnati dai docenti (Bettoli, Colangeli, Tortoioli) e saranno guidati dai volontari di varie associazioni del territorio presenti nel supermercato alla raccolta dei prodotti, al loro inscatolamento e ad invitare i clienti a un gesto di solidarietà di gran valore umano: fare la spesa per chi è povero.

Il progetto dal titolo I poveri ci vivono accanto è stato presentato dal Banco Alimentare onlus con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico regionale per l’Umbria e ha l’obiettivo di far crescere nei ragazzi al consapevolezza di poter contribuire in prima persona, anche con un piccolo gesto come far la spesa, al bisogno di chi si trova in difficoltà.

L’iniziativa prevede tre momenti ben distinti: il primo informativo è stato un incontro in classe con il professore Angelo Anglano, uno dei responsabili del Banco Alimentare, che ha presentato l’iniziativa, ha portato testimonianze e numeri sui risultati ottenuti nel corso degli anni; un secondo che prevede appunto la partecipazione e il coinvolgimento diretto degli alunni alla Colletta Alimentare.

Infine ci sarà un terzo incontro per la condivisione dei risultati raggiunti durante l’evento che protrebbe essere fatto presso il magazzino del Banco a Lidarno.

Il progetto ha un grande valore sociale perchè sottolinea l’importanza dell’educazione, della convivenza civile e della solidarietà nella condivisione di coloro che vivono in condizioni di bisogno inoltre i ragazzi sono chiamati in prima persona a rispondere ad un bisogno concreto e spesso sottovalutato nella società del benessere come il bisogno di cibo.

colletta alimentare

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*