Riapre il ponte di Bastiola, riguarda il tratto di via Firenze

Riapre il ponte di Bastiola, riguarda il tratto di via Firenze La riapertura è fissata per lunedì 8 febbraio 2016

Riapre il ponte di Bastiola, riguarda il tratto di via Firenze
La riapertura è fissata per lunedì 8 febbraio 2016

Il ponte di Bastiola sarà riaperto al traffico lunedì 8 febbraio, al termine dei lavori di messa in sicurezza.Il tratto di ponte su via Firenze è stato chiuso al traffico lunedì 1 febbraio, in seguito all’incidente stradale intorno alle 8, quando un autobotte ha parzialmente divelto il parapetto di destra in direzione del centro città. Il camion rimasto in sospeso con le ruote laterali oltre il parapetto è stato rimosso dai vigili del fuoco nelle stessa mattinata, ma il traffico è stato interrotto nel tratto di via Firenze in entrambi i sensi di marcia per motivi di sicurezza.

Si è subito valutata l’opportunità di un intervento rapido con la dislocazione di due muretti ‘ new jersey’ ai due lati della strada sul ponte. Il giorno successivo i tecnici e gli amministratori comunali hanno voluto prendere una pausa di riflessione per approfondire l’argomento e verificare se fosse stato possibile mantenere il doppio senso di marcia, considerato che con i due muretti la carreggiata viene ristretta e potrà essere percorsa dal traffico veicolare solo in un senso unico alternato e regolato con un sistema semaforico. Si teme, infatti, che la circolazione stradale con il senso unico possa creare ulteriori disagi in questo tratto di strada, dove già pesa oltre al sistema semaforico esistente all’incrocio del ponte anche il passaggio a livello ferroviario in via Firenze.

“La conclusione – spiega Catia Degli Esposti, Assessore ai Lavori pubblici – è che la messa in sicurezza può essere fatta subito con i muretti ed il senso unico. Solo successivamente, quando si interverrà per rifare i parapetti del ponte, potrà essere ripristinato il doppio senso di circolazione”.

La strada sul ponte, dunque, sarà riaperta a partire da lunedì 8 febbraio 2016.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*