Il menu vegano dello chef Rivaroli


Scrivi in redazione

Il menu vegano dello chef Rivaroli. Fabrizio Rivaroli, noto Chef italiano (umbro di nascita e veneto di adozione) fondatore di “Luxia Food Solution”, è da sempre attento alle tendenze del gusto e all’ambiente. Fabrizio propone oggi un menu che si approccia al vegano, quindi senza alimenti di derivazione animale (esclusi quindi uova e latticini): un burger con verdure e patate liofilizzate, pane al carbone vegetale e budino di riso, concludendo con biscotti verdi al basilico e uova extravergine l’oliva. Questi gli ingredienti per il budino di riso: 200 gr. di riso (suggerito il Roma), 400 gr. di latte di mandorla, 100 gr. di zucchero semolato, una buccia d’arancia biologica, tagliata in parte minutamente, in parte pezzetti più grandi). Il tutto va fatto cucinare a fuoco lento per 20 minuti, poi raccolto in un vasetto. La ricetta del burgher vegano è invece più complessa: per il pane nero vanno usati: 200 gr. di manitoba, 200 gr. di farina bianca, 100 gr. di fiocchi di patate, 1 cubetto di lievito di birra, 10 gr. di carbone vegetale in cialda. Per preparare il pane va rotto il carbone, per predisporlo ad essere sciolto (il carbone ha potenti proprietà depurative). Una volta spezzato, il carbone va sciolto con latte di mandorla (a preferenza, di soia o riso), in quantità minima, e al composto vanno aggiunte circa due prese di sale. Per il ripieno del borgher si possono usare zucca, zucchina, porro in striscioline, a piacere un peperone; insomma qualsiasi verdura o legume, ma l’unica avvertenza è di utilizzare verdure non acquose. Cotte al dente in acqua bollente (per le zucchine, da ridurre in dadolata, bastano 5 minuti), le verdure possono essere miscelate a quinoa, bulgur (il bulgur va cucinato 4-5 minuti), ma l’ingrediente necessario risultano le patate liofilizzate, perché compattano l’intero impasto. Una volta lievitato il pane nero, e ridotto in panini, può essere cucinato e farcito con il burgher vegetale. Davvero veloce e semplice risulta la ricetta per i biscotti al basilico, per la quale occorrono 300 gr mandorle 20 gr basilico 100 gr zucchero,100 gr farina bianca 50 gr maizena. 40 gr olio extra vergine d’oliva. La farina va frullata insieme alle foglie di basilico, quindi vanno aggiunte le mandorle, frullate anch’esse. Si aggiunge lo zucchero, e per ultimo l’olio. Mescolato l’impasto, che resta farinoso in quanto privo di addensanti, va fatto riposare in frigo, poi cotto a 160° per 12 minuti. Roberta Bistocchi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*