Cavalcavia o sotto passaggio al passaggio a livello di Ospedalicchio?

 
Chiama o scrivi in redazione


Cavalcavia o sotto passaggio al passaggio a livello di Ospedalicchio?

Abbiamo appreso dalla stampa che mercoledì 25 settembre l’Amministrazione Provinciale di Perugia ha convocato i soggetti istituzionali ed i tecnici interessati ad individuare una soluzione alternativa al passaggio a livello ferroviario tra Bastiola e Ospedalicchio.

Non conosco se alla riunione è stato invitato anche il Comune di Assisi presente nell’ultima Conferenza dei Servizi.

I tecnici della Provincia hanno illustrato un progetto preliminare che prevede la realizzazione di cavalcavia per oltrepassare la linea ferroviaria. Questa soluzione era stata proprio proposta dall’assessore Alberto Capitanucci.

Questa soluzione presenta criteri di fattibilità economici ed ambientali e avrebbe anche il nulla osta della Soprintendenza. L’importo di spesa previsto si aggira sui 5 milioni, quindi quasi interamente coperto dai 4 milioni e 700mila euro disponibili da anni e finanziati con i fondi residui del terremoto 1997.

Ma il progetto presentato risolve il tema del collegamento con la SP247?

Dalla bozza di progetto che ho potuto vedere tale soluzione non prevede il collegamento con SP247.
Il Comune di Assisi nella persona dell’ing. Alberto Capitanucci deve attivarsi in maniera forte per chiarire questo aspetto di vitale importanza per il nostro territorio.

  • Perché è necessario realizzare il sottopasso ed il collegamento con lo svincolo di Ospedalicchio?
  • Perché si collega la SS318 di Valfabbrica direttamente con la SS75Dir senza passare per Collestrada;
  • Perché Assisi e Bastia Umbra vengono collegati in maniera funzionale con l’aereoporto di S.Francesco;
  • Perché le zone Industriali di Petrignano di Assisi di Ospedalicchio e Torgiano diventano un tutt’uno;
    Perché così Petrignano ha uno sbocco funzionale sulla SS75;
  • Perché si elimina il disservizio causato dal Passaggio a livello sulla RFI di Ospedalicchio e quindi si facilita l’accesso ad Assisi dalla SS 147. /Antonio Lunghi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*