📰 Rassegna stampa📰 – Stefano Ansideri, commosso, saluta la sua Città dopo dieci anni da sindaco di Bastia Umbra

Stefano Ansideri, commosso, saluta la sua Città dopo dieci anni da sindaco di Bastia Umbra

Stefano Ansideri, commosso, saluta la sua Città dopo dieci anni da sindaco di Bastia Umbra

“Mi permetto, in mezzo a questo clima rovente per la scelta di chi dovrà sostituirmi nel ruolo di Sindaco di Bastia Umbra, di poter distogliere la vostra attenzione soltanto per pochi minuti, quelli necessari per ricevere il mio saluto di commiato dalla Guida di questa Città.

Qualcuno, durante questa campagna elettorale, mi ha definito vecchio e stanco: vecchio sicuramente, stanco mai, perché ancora pieno di entusiasmo ed energia accumulati in questi anni di lavoro al servizio della mia Comunità, durante i quali IO non ho mai anteposto i miei interessi a quelli legittimi e primari dei Cittadini di Bastia.

Vorrei, con queste poche righe, far giungere un messaggio di profonda gratitudine a tutte le persone che mi hanno accordato la loro fiducia e, soprattutto, dimostrato rispetto, forse riuscendo a cogliere nel mio operato, non la capacità di aver svolto con successo il mio incarico, ma l’impegno che ho profuso, anche per ridare a Bastia il ruolo che le compete nel panorama regionale, attraverso i numerosi ed a volte gravosi incarichi, ricevuti ed onorati, in ruoli apicali delle strutture che fanno parte della complessa architettura amministrativa umbra.

Un grazie, ancora, ai miei colleghi di avventura, nessuno escluso, per il prezioso contributo che ciascuno ha voluto concedermi per giungere al termine di questo bellissimo “viaggio” durato dieci anni.

Ancora, un grazie a tutta la struttura Comunale per la pazienza dimostrata, per le competenze messe in campo e per l’importantissimo e caloroso rapporto umano, nato, cresciuto e consolidato durante le tante occasioni di lavoro gomito a gomito.

Bene, forse è giunto il momento che termini qui i miei pensieri, perché posso assicurare, il “Vecchio” sta per essere sopraffatto dalle emozioni, quindi spero vogliate gradire il saluto rivolto a ciascuno di Voi e l’augurio che la persona che prenderà il mio posto di Sindaco possa fare di più e meglio, per onorare l’incarico più bello che si possa ricevere: guidare la propria Città”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*