Polemica politica tra maggioranza e minoranza al comune di Bastia

Lungarotti, un anno da sindaco: «Molto impegnativo, ma le difficoltà non mi spaventano»
Paola Lungarotti

Polemica politica tra maggioranza e minoranza al comune di Bastia

Da Lorenzo Capezzali
Ogni momento e’ buono per rintracciare la polemica politica della passata contesa elettorale al Comune di Bastia tra maggioranza di centro destra e la minoranza Pd, Lega e 5Stelle d’opposizione. Tutto è partito dall’intervento del sindaco Paola Lungarotti che, con tono pacato ed articolato, ha dettagliato le linee programmatiche di mandato 2019-2024 con elencazione di azioni e progetti da realizzare nel territoriocominciando da quelle voci di rincalzo e di novità. Un dettato scritto nel segno della continuità dell’amministrazione targata Ansideri.

La miccia ha innescato indirettamente gli interventi dei consiglieri Pecci,Pd, Lucio Raspa, lista civica, Katia Degli Esposti, Lega, Servi, 5 stelle e Furiani di controbalzo Pecci. Il punto avversato alcuni interventi sottolineati dal sindaco Lungarotti nel primo intervento quali i lavori pubblici, l’urbanistica, i plessi scolastici, il sociale, cultura e sport, tempo libero, l’area parcheggi e trasformazione di aree nelle frazioni per una vivibilità diversa e concreta.

Le parole contrarie della minoranza sul fare-faremo del sindaco Lungarotti sono state definite come il libro dei sogni tra racconti e novelle. Pungente la narrazione, de visu Filiberto Franchi,assessore allo sport sull’uso dinamico delle strutture sportive e dell’uso dell’immagine sportiva di Bastia nei circuiti mediatici regionale e nazionale.

L’assessore Filiberto ha replicato dicendo che il tempo del lavoro dedicato in questi tre mesi è stato propizio per allestire alcuni meeting ed esibizioni sportive di rango per ogni materia attraverso l’uso pianificato della struttura Giontella, delle strutture in frazioni. Esempio sotto gli occhi di tutti il campo da calcio Degli Esposti, pianificato internamente.

“Ogni tempo è buono per contrastare il cammino amministrativo di questa giunta – ha chiuso l’assessore Franchi – visto che alcuni interventi sono stati portati a termine, Credo che l’esecutivo porterà avanti con pragmatismo il programma di mandato quinquennale come chiesto dalla popolazione attraverso la delega del voto”.



 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*