Expo Casa aprirà i suoi battenti il 1 di marzo, è la 38esima edizione

 
Chiama o scrivi in redazione


Expo Casa aprirà i suoi battenti il 1 di marzo, è la 38esima edizione

Expo Casa
La XXXVIII edizione apre i battenti il 1 marzo La XXXVIII edizione di Expo Casa, la Grande Mostra dedicata a Edilizia, Arredamento e Risparmio Energetico di Epta Confcommercio Umbria, torna al centro Umbriafiere di Bastia Umbra dal 1 all’8 marzo prossimi. Oggi, presso la sala Consiliare del Comune di Bastia Umbra, si è tenuta la seconda conferenza stampa di presentazione a cui sono intervenuti il Sindaco, Paola Lungarotti, il Presidente del centro Umbriafiere, Lazzaro Bogliari, e il Presidente di Epta, Aldo Amoni.

Sono quasi 4 decenni – dichiara Amoni – che Expo Casa si continua ad affermare come esposizione di riferimento nel Centro-Sud Italia. Quattro decenni in cui tantissimo è cambiato nel nostro paese e nella nostra regione. La nostra manifestazione ha saputo adattarsi e cambiare, continuando a puntare su qualità e professionalità e queste si sono rivelate scelte vincenti nonostante la grave crisi del comparto. Noi a Epta e in tutta Confcommercio continuiamo a impegnarci per creare un evento imperdibile e accattivante, che proponga un’offerta completa, ricca e personalizzabile, all’avanguardia e attenta ad ambiente, energie rinnovabili e sicurezza. La casa è un luogo e un concetto allo stesso tempo, e molta della nostra identità dipende da essa. Poter realizzare quello che è uno dei nostri più grandi sogni è meraviglioso e noi siamo felici di poter aiutare tutti a farlo nel miglior modo possibile.

Il pubblico di Expo Casa troverà a Umbriafiere migliaia di soluzioni utili per soddisfare ogni esigenza e desiderio. Le tante aziende partecipanti presenteranno prodotti, tecnologie e idee in ogni ambito, dal settore del verde a quello dell’abbattimento delle barriere architettoniche, passando per tantissimi prodotti innovativi. In evento saranno presenti, ad esempio, sistemi domotici come quelli di Microntel, con le sue soluzioni per la sicurezza, e il Velux Active compatibile con gli assistenti vocali più diffusi, presentato da Edilizia Roscini, ma anche cucine con luci nascoste, porte a scomparsa e bluetooth incorporato proposte da Mobili Trisciani. OG Arredo porterà ad Expo Casa la realtà virtuale per permettere ai visitatori di entrare nel proprio progetto per esplorare, interagire e cambiare arredi e dettagli grazie ad un livello di interattività impensabile fino ad oggi.

Non mancherà, inoltre, un ricco programma di appuntamenti nell’area eventi del padiglione 8. In virtù di un apposito protocollo d’intesa stipulato tra il Direttore del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale dell’Università degli Studi di Perugia Giovanni Gigliotti e il Vice Presidente della Fondazione di partecipazione Umbria Jazz Stefano Mazzoni, l’edizione 2020 di Expo Casa sarà qualificata anche dallo svolgimento del workshop “Umbria Jazz Street Design”, curato da Paolo Belardi insieme a Cristiano Romano e tenuto dal professore di “Graphic Design” Paul Henry Robb.

Dal 1 all’8 marzo, Expo Casa si conferma un evento immancabile e imperdibile, dove trovare il meglio del living home, approfondimenti tematici, le proposte dei grandi marchi e la possibilità di personalizzare completamente le soluzioni proposte. Visitando l’esposizione il pubblico può trovare e fare affidamento su professionalità, competenza, esperti e grandi aziende produttrici.

Vi aspettiamo – conclude Amoni – domenica 1 marzo, per il taglio del nastro alla presenza delle autorità, tra cui la Presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei.

Expo Casa: un unico luogo, pochi giorni e tutto il necessario per realizzare la tua casa dalla A alla Z.

Per restare aggiornati visitare il sito: www.expo-casa.com e la pagina facebook: @expocasaitalia

1 Commento

  1. Con il coronavirus in giro e con tutte le manifestazioni e raggruppamenti di persone vietati in mezza Italia, non mi sembra una bella idea. Spero che chi abita nelle zone a rischio sia più accorto di chi ignora il pericolo è non partecipi. È veramente assurdo non rimandare l’evento, contenti voi…

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*