Festa a Bastia Umbra, è stata inaugurata la nuova scuola di XXV Aprile

Festa a Bastia Umbra, è stata inaugurata la nuova scuola di XXV Aprile

Festa a Bastia Umbra, è stata inaugurata la nuova scuola di XXV Aprile

E’ stata inaugurata questa mattina la nuova scuola di XXV Aprile di Bastia Umbra. Oggi è un giorno di festa perché si tratta di una scuola tanto desiderata dalla comunità bastiola e dopo tanti anni di studi, progettazioni e lavori è venuta alla luce. Una scuola con avanzate caratteristiche antisismiche nel rispetto della sostenibilità ambientale, volta al miglioramento dell’offerta formativa. Alla presenza di tanti bambini, insegnanti e genitori la festa ha avuto inizio. C’erano le autorità regionali e locali, il sindaco con la giunta al completo, diversi consiglieri e l’ex sindaco Stefano Ansideri.

La scuola è già funzionante, infatti, l’11 settembre gli alunni hanno cominciato regolarmente le lezioni. L’inaugurazione era stata spostata ad oggi per problemi organizzativi.  Questo istituto accoglie i Plessi delle Scuole primarie di Bastiola, XXV Aprile, Cipresso, più le tre sezioni della scuola d’Infanzia di Bastiola. La giornata di festa è stata allietata dalla Banda Musicale di Costano.

Planimetricamente l’edificio scolastico è organizzato, in accordo con la Committenza e la direzione didattica, come segue:

• al piano terra si trovano n.10 aule, n.3 laboratori, 2 magazzini, 1 aula per le attività motorie, n.2 servizi igienici per gli insegnanti, n. servizio igienico (di cui n.1 accessibile anche ai portatori di handicap) e n.2 blocchi di servizi igienici per gli alunni suddivisi tra maschi e femmine per un totale di n.9

• Al piano primo si trovano n.10 aule, n.2 laboratori, n.1 aula insegnanti, 1 aula magna, 1 mensa da 145 posti, 1 magazzino per la mensa, 1 locale per lo sporzionamento degli alimenti, 1 spogliatoio e servizio igienico per il personale della mensa, n.2 servizi igienici per gli insegnanti (di cui n.1 accessibile anche ai portatori di handicap) e n.2 blocchi di servizi igienici per gli alunni suddivisi tra maschi e femmine.

• Al piano interrato, parzialmente agibile, si trova un’autorimessa pertinenziale alla scuola (da completare).

Lo spazio per le attività motorie è di uso temporaneo in quanto, con la realizzazione del successivo stralcio che comprende l’impianto sportivo, tali attività verranno svolte direttamente in tale edificio. La mensa non è dotata di cucina in quanto l’istituto usufruisce di un servizio di catering esterno. E’ stato comunque individuato uno spazio per lo sporzionamento e locali di servizio ad uso esclusivo del personale ad esso dedicato.

Il collegamento verticale tra i piani è garantito da un blocco scala e relativa pedana sollevatrice posti nell’atrio di ingresso. Nella zona della mensa si trova un’ulteriore pedana sollevatrice, a suo uso esclusivo per il trasporto delle vivande. L’edificio è inoltre dotato di 2 scale esterne di sicurezza: una posizionata tra la mensa e l’aula magna, l’altra alla fine del corridoio. La copertura del fabbricato è a falda inclinata sulle aule ed i laboratori, piana sull’atrio ed il blocco scala. In tale porzione di copertura sono stati posizionati gli impianti meccanici adeguatamente schermati e protetti.

Le superfici finestrate degli spazi didattici, dimensionate nel rispetto della normativa vigente, sono definite da elementi aggettanti rispetto al filo esterno del fabbricato, determinando sulla facciata un particolare gioco di volumi enfatizzato anche dall’uso differente del colore. Tali superfici trasparenti consentono l’interscambio tra interno ed esterno e lo sfruttamento passivo del contributo solare durante il periodo invernale, durante il quale i raggi solari potranno incidere direttamente tali superfici vetrate. L’aggetto degli elementi che definiscono tali superfici, assieme ad un sistema combinato di tende, consentono di garantire il corretto ombreggiamento, verticale (le tende) per il periodo di maggio e settembre, orizzontale (gli aggetti) per il mese di giugno.

Tutte le pareti interne di divisione tra le aule ed il solaio di interpiano sono dotati di un idoneo isolamento acustico. Tutte le pareti esterne del fabbricato sono dotate di un sistema di isolamento a cappotto esterno di un adeguato spessore, tale da garantire la classe A del fabbricato.

Al fine di garantire la massima protezione sismica, la struttura è munita di un sistema di isolamento sismico alla base. Il sistema di isolamento sismico, caratterizzato da isolatori tipo “friction pendulum”, separa la sottostruttura, costituita dai piedistalli che in testa sorreggono i dispositivi stessi, dalla sovrastruttura costituita da una piastra di scivolamento e dalle strutture intelaiate (pilastri, travi e solai) di elevazione. Allo stato attuale sono ancora da completare le finiture del piano seminterrato (adibito ad autorimessa), la posa in opera del brise soleil sulla facciata del refettorio, le recinzioni, la sistemazione del verde e dei giochi esterni, che verranno ultimati entro dicembre 2019.

PROGETTISTI:

RTP Il girasole:

Ing. Marco Lorenzini  (progetto strutturale e sicurezza)

Arch. Francesca Cocchioni (progetto architettonico e direzione lavori)

Ing. Mauro Montanari (progetto impianti meccanici)

Ing. Marco Sanchini (progetto impianti meccanici)

Ing. Andrea Pietrucci (progetto prevenzione incendi)

RUP:

Geom. Cristina Agostini

IMPRESA APPALTATRICE

RF APPALTI SRL di Aprilia (LT)

IMPORTO LAVORI € 3.407.649,79

IMPORTO TOTALE DELL’OPERA €. 4.494.399,91

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
11 − 10 =